title_news_large
martedì 10 novembre 2009

Africa: morto a Dakar S. F. Ndiaye

Il documentarista senegalese Samba Félix Ndiaye è morto venerdì 6 novembre a Dakar all’età di 64 anni in seguito a una grave forma di malaria. A dare l’annuncio della sua scomparsa, l’Associazione dei cineasti senegalesi (CINESEAS), tramite il portavoce Cheikh Ngaédo Ba, che ha lamentato la grave perdita per tutto il cinema africano.

Nato a Dakar il 6 marzo 1945, Samba Félix Ndiaye ha sviluppato la sua passione per il cinema fin da adolescente, curando il cineclub del suo liceo. Dopo studi giuridici ed economici all’Università Cheikh Anta Diop di Dakar, Ndiaye ha studiato a Parigi – prima cinema all’Università Paris 8 e all’Ecole Louis Lumière e poi etnopsichiatria all’Ecole des Hautes Etudes – dove ha realizzato il suo primo film, il cortometraggio Pérantal (1975) sul massaggio ai neonati.

Padre del filone documentaristico senegalese, Ndiaye si è dedicato alla produzione documentaria per più di 35 anni, come ha dichiarato Baba Diop, Presidente della Federazione Africana della Critica Cinematografica: «In Africa, quando parliamo di documentario, il primo nome è quello di Samba Félix Ndiaye».

Fra i titoli della sua filmografia, ricordiamo: Geti Tey – La pêche aujourd’hui (1978), su un villaggio di pescatori tradizionali a nord di Dakar; Le Trésor des poubelles (1989), sugli artisti del riciclo; Ngor, l’esprit des lieux (1995), sul villaggio tradizionale di Ngor, unico quartiere a resistere negli anni all’urbanizzazione selvaggia di Dakar; Lettre à Senghor (1998), una lettera immaginaria al primo Presidente del Senegal per un viaggio nel cuore autentico della cultura africana; Rwanda pour mémoire (2003), sul genocidio ruandese; Questions à la terre natale (2008), in cui si interrogava sull’evoluzione dei paesi africani dalle Indipendenze ad oggi, percorrendo l’Africa occidentale alla ricerca di risposte.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha