title_news_large
giovedì 15 marzo 2007

Tutti i colori del Sud a Friburgo

Si apre tra pochi giorni la 21. edizione del Festival International de Films de Fribourg: lo storico festival svizzero dedicato alle produzioni cinematografiche in arrivo dall’Africa, dall’Asia e dall’America Latina, si svolgerà dal 18 al 25 marzo 2007, con lo scopo di contribuire a promuovere non solo un cinema di qualità, ma anche film e registi che si battono per un cinema di poesia che sia anche espressione di una libertà pagata spesso a caro prezzo. Il festival propone due sezioni competitive -lungometraggi e documentari - più alcune sezioni retrospettive dedicate a lungometraggi, cortometraggi e documentari. Tra i film africani più recenti, da segnalare Daratt di Mahamat Saleh-Haroun - che sarà il film d’apertura del festival - e due documentari d’eccezione: El- banate dol della regista egiziana Tahani Rached (sulle ragazze di strada del Cairo) e VHS-Kahloucha del tunisino Néjib Belkadhi (un irresistibile ritratto di un cineamatore sui generis delle periferie tunisine). Inoltre, nella sezione Panorama, è in programma un focus sul cinema in Sudafrica, dal titolo programmatico "Al di là della libertà: l’identità dei registi sudafricani". Per informazioni dettagliate sul programma si rimanda al sito del festival: www.fiff.ch

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha