title_news_large
venerdì 20 novembre 2009

Africa mon amour: omaggio a Chevallier

Al Sottodiciotto Film Festival di Torino è in programma un omaggio al cineasta e documentarista francese Laurent Chevallier, che dedica da oltre quindici anni una costante attenzione alla rappresentazione dell’Africa e delle sue esperienze umane e artistiche più ricche e vitali, come la musica, la creatività e la spontaneità dei bambini. Il rapporto privilegiato del regista con il continente africano e in particolare con la Guinea, attraversata con troupe ridotta e attrezzature leggere per restituire sul grande e piccolo schermo la magia, l’incanto, la freschezza di luoghi e incontri, è spesso un viaggio che si sofferma sulla musica della modernità per antonomasia, il jazz, protagonista di molti film del regista.
Il festival, in collaborazione con il Service Culturel de l’Ambassade de France en Italie - Délégation Culturelle de Turin, propone per il 30 novembre e il 1 dicembre al Cinema Massimo una quadrilogia di opere in cui si incrociano e si sovrappongono le intense esperienze africane di un autore di straordinaria sensibilità: Momo le doyen, che ricorda il grande vecchio del jazz africano Momo Wandel Soumah, scomparso nel 2003; Circus Baobab, dedicato al primo tour in Guinea dell’omonima compagnia di giovani acrobati; Expérience africaine, la cronaca di un progetto educativo che ha permesso a un gruppo di adolescenti francesi di entrare in contatto con il gruppo jazz Folifö in una sorta di cammino a ritroso alle radici del ritmo e di scoperta di un diverso modo di vivere e intendere la musica, grazie a un soggiorno in Africa; L’Enfant noir, tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di formazione di Camara Laye che, tradotto in oltre trenta lingue, è considerato uno dei simboli della letteratura della Négritude e viene utilizzata come libro di testo nelle scuole francesi.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha