title_news_large
domenica 22 novembre 2009

Krissane e Schirinzi premiati al TFF

All’interno del lungo palmarès del 27. Torino Film Festival ci piace segnalare due riconoscimenti in particolare, che vanno a due cortometraggi di cui torneremo sicuramente a sentir parlare.
Il primo è opera di Hedy Krissane, giovane filmmaker e attore tunisino, residente a Torino da numerosi anni e autore di altri tre corti, due dei quali già premiati dal TFF (Lebess, 2003; Colpevole fino a prova contraria, 2005): Ali di cera (Premio Chicca Richelmy per il miglior cortometraggio nella sezione Spazio Torino) è un singolare apologo sull’immigrazione clandestina, segnalato «per aver rappresentato in modo efficace e con semplicità una tragica realtà dei nostri giorni».
Sullo stesso tema, ma sulla base di un’estetica antinaturalistica e sperimentale, ha lavorato con Notturno stenopeico Carlo Michele Schirinzi, premiato come migliore cortometraggio italiano: le immagini di migranti in balia delle onde arrivano filtrati da un procedimento stenoscopico ma anche da riferimenti pittorici.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha