title_news_large
mercoledì 25 novembre 2009

Storie di migranti a Visioni Fuori Raccordo

Al via la 3. edizione del Visioni Fuori Raccordo Film Festival, in programma dal 26 al 29 novembre al Nuovo Cinema Aquila di Roma, con ingresso gratuito. Tante le opere in concorso anche quest’anno, divise nelle due sezioni: Periferie italiane e Periferie romane per ognuna delle quali sarà assegnato un premio alla miglior opera documentaria e uno alla miglior opera di fiction. Saranno inoltre assegnate due menzioni speciali: Memoria e Migranti. Ospiti d’eccezione della terza giornata del Festival Paolo Virzì e Bobo Rondelli.

Domenica pomeriggio, alle ore 18.00, il Festival ospiterà la proiezione del documentario Liberi Nantes Footbal Club, realizzato da Francesco Castellani, che racconta la storia della prima squadra di calcio interamente composta da giocatori migranti, presenti in sala insieme al regista anche il presidente del Liberi Nantes, Gianluca Di Girolami, e i componenti della squadra.

Fra i numerosi film in programmazione, una menzione particolare merita il doc In terra straniera di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio, programmato nella sezione Periferie romane. Nel film, attraverso alcune testimonianze in prima persona, si dà un volto ed una voce ad una serie di difficoltà quotidiane, aspettative e opinioni di quei tanti migranti che da anni vivono in Italia. In terra straniera è in programma giovedì 26 novembre, alle ore 17.30.

Per info: www.fuoriraccordo.it.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha