title_news_large
giovedì 10 dicembre 2009

Fela Kuti, dall'Africa al grande schermo

Il regista Black British Steve McQueen (già autore della straordinaria e molto premiata opera prima Hunger, sulla vita del militante irlandese Bobby Sands) dirigerà Fela, pellicola basata sulla vita del musicista nigeriano e attivista Fela Anikulapo Kuti, soggetto del musical Fela! che ha debuttato di recente a Broadway. McQueen, ingaggiato dalla Focus Pictures che produce il film, scriverà la sceneggiatura insieme a Biyi Bandele, ispirandosi in parte al libro di Michael Veal, Fela: The Life and Times of an African Musical Icon.
Fela Kuti, morto nel 1997 in seguito a complicazioni causate dall’AIDS, era noto per il suo stile musicale afrobeat, fusione di jazz, funk e percussioni tipiche dell’Africa Occidentale. La sua vita fu particolarmente complessa e affascinante. Fela sposò ventisette donne e assunse una netta presa di posizione contro l’oppressione in Nigeria. Nel 1977, in seguito al suo disco Zombie che attaccava fortemente il regime militare del paese, subì un attentato nella sua casa, nel corso del quale fu uccisa la madre 78enne. Fela rispose alla sua maniera: depositando la bara della madre di fronte alla casa del Presidente, il generale Olusegun Obasanjo.
Come ha dichiarato James Schamus della Focus Pictures, Fela Kuti “potrebbe essere l’artista pop di più grande influenza mondiale negli ultimi cinquant’anni, dopo i Beatles”.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha