title_news_large
mercoledì 30 dicembre 2009

La Hudson sarà Winnie Mandela

Variety ha annunciato che Jennifer Hudson (Sex and the city, La vita segreta delle api), già premio Oscar per Dreamgirls, interpreterà il prossimo anno Winnie Mandela, ex-moglie del primo presidente del Sudafrica post-Apartheid nel biopic Winnie, le cui riprese sono previste in estate fra Johannesburg, Cape Town, Transkei e Robben Island, dove Mandela ha trascorso 18 dei 27 anni passati dietro le sbarre.

Winnie sarà diretto dal sudafricano Darrell J. Roodt, regista prolifico ed eclettico, nominato nel 2006 come miglior film straniero con Yesterday e autore, fra gli altri, di film impegnati come Cry, the Beloved Country (1995) e Sarafina! Il profumo della libertà (1992), ma anche di numerosi film d’azione come Prey-La caccia è aperta (2007). La sceneggiatura, scritta da Andre Pieterse, Roodt e Paul L. Johnson, è tratta dalla biografia di Anne Marie du Preez Bezdrob Winnie Mandela: A Life. Il film sarà una coproduzione tra Sudafrica e Canada.

Mentre Nelson Mandela — che vedremo presto anche in Italia interpretato da Morgan Freeman in Invictus di Eastwood — è una figura universalmente apprezzata per il carisma e una vita spesa nella lotta contro l’apartheid, l’ex-moglie ha un profilo più controverso. Dipinta come una moglie e una madre che ha sostenuto per anni la battaglia di Mandela, tenendo testa agli apparati polizieschi del regime di Botha, la sua immagine è stata successivamente compromessa dal rapporto con una guardia del corpo condannata per omicidio e lei stessa è finita in prigione per frode. Winnie racconterà i lati luminosi e oscuri del personaggio.

«Quando ho letto la sceneggiatura mi sono sentita coinvolta e commossa», ha dichiarato la Hudson. «Winnie Mandela è una donna complessa e straordinaria e io sono onorato di essere l’attrice scelta per interpretarla. Si tratta di un pezzo importante di storia che merita di essere raccontata.»

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha