title_news_large
mercoledì 10 febbraio 2010

Adel Emam, un talent show criticato

Adel Emam, star milionaria del cinema egiziano, protagonista di Yacoubian Building, Hassan wa Morkos e decine di altri blockbuster nel mercato arabo, è al centro di un dibattito infuocato sui media locali per aver scelto di contribuire in prima persona a un nuovo reality annunciato dal nuovo canale satellitare giordano Lord, dal titolo “Al Zaem Academy for Acting”. Emam, che si dice abbia ricevuto una cifra compresa fra i 5 e i 10 milioni di dollari per accettare, viene criticato per quelli che si annunciano essere i segni distintivi del talent show, in tutto e per tutto simile ad altri format di successo, come Amici e X Factor, con la differenza che qui la competenza in gioco è la recitazione.

Emam farà parte di una giuria composta dallo sceneggiatore Youssef Maati, dall’attrice Mervat Amin, e dal professore di storia dell’arte Hassan Attia, incaricata di scegliere fra i dodici contendenti quello che parteciperà al prossimo film di Emam. Il critico cinematografico Nader Adly ha stigmatizzato questo e altri programmi simili, che attraggono i giovani, spesso alle prese con problemi sociali ed economici gravi, con la promessa di una ricchezza e di un successo facili. Il dibattito ha rappresentato l’occasione per allargare il discorso alle scuole di formazione per attori, scarsamente presenti nel paese, se si eccettuano un istituto pioneristico lanciato nel 1975 da Ahmed Kamal, sul modello dell’Actor Studio hollywoodiano.

[Leonardo De Franceschi]

Fonte: Al Masry Al Youm.

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha