title_news_large
lunedì 1 marzo 2010

Un documentario africano fa primavera

Un documentario da non perdere quello del regista tunisino Hichem Ben Ammar, che, con il suo nuovo film Un Conte de faits (2009), ci racconta la storia di un ragazzino talentuoso della periferia di Tunisi che sogna di diventare un grande musicista e viene ammesso alla prestigiosa Yehudi Menuhin School.
Il documentario sarà in cartellone prima in Siria al festival Dox Box di Damasco, dal prossimo 3 marzo. Poi arriverà in Italia, in concorso nella sezione Finestre sul Mondo del 20. Festival del Cinema Africano, d’Asia e d’America Latina di Milano (15-21 marzo). In seguito tornerà in Tunisia, dove sarà proiettato nella serata di apertura della 5. edizione del festival Doc à Tunis, il 7 aprile. Infine sarà in cartellone in Germania, al 25. Dokfest di Monaco (2-11 maggio).
Hichem Ben Ammar, classe 1958, è il più grande ed affermato documentarista tunisino della “nuova generazione”, apprezzato anche nei festival internazionali con i suoi precedenti documentari, tutti ispirati alla storia ed alla cultura del suo paese. Tra gli altri: Cafichanta (1999), Rais Labhar/O! Capitaine des mers (2002), J’en ai vu des étoiles (2006).

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha