title_news_large
martedì 27 aprile 2010

Il Sudafrica trionfa in Canada

Si è chiusa il 25 aprile la 26. edizione del festival Panafrica International - Vues d’Afrique di Montreal, con una grande presenza del cinema dal Sudafrica nel Palmarès ufficiale.
Il Premio della Comunicazione Interculturale ai lungometraggi in competizione, offerto da Radio Canada, è infatti andato al sudafricano Shirley Adams di Oliver Hermanus, mentre la Menzione Speciale è andata a un altro film sudafricano, Izulu Lami di Madoda Ncayiyana.
Sempre al Sudafrica anche il Premio Images de Femmes alla Migliore attrice dell’Africa subsahariana, offerto dalla rivista Amina, attribuito a Denise Newman per la sua interpretazione in Shirley Adams.
Il Premio per il migliore attore, offerto dalla rivista Fasozine, è invece andato a Aziz Saadallah per il suo ruolo nel film Number One della regista marocchina Zakia Tahiri.
La sezione Documentari è stata invece vinta dall’Italia, con il Premio della Comunicazione Interculturale, offerto da TV5 Québec-Canada, assegnato a Come un uomo sulla terra di Andrea Segre, Dagmawi Yimer e Riccardo Biadene.
Nella sezione Africa Numérique, infine, il Premio offerto dall’Organizzazione Mondiale della Francofonia è andato ex aequo a Une femme pas comme les autres di Abdoulaye Dao (Burkina Faso) e a Saisons d’une vie di Shemu Joyah (Malawi), mentre il Premio alla Migliore serie tv è stato attribuito a Le Testament di Apolline Traoré (Burkina Faso).

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha