title_magazine

Homewrecker

di Brad e Todd Barnes

A Mike’s day

Quali possono essere gli elementi di interesse e curiosità di una giornata particolare di un fabbro che lavora a New York? Sicuramente si possono trovare elementi stimolanti, come dimostra Homewrecker (2010) dei fratelli Brad e Todd Barnes, una commedia romantica presentata al Sundance Film Festival del 2010 all’interno della sezione Next, spazio dedicato ai film low budget all’interno del quale si riflette come a volte le poche risorse possano stimolare la creatività. Homewrecker è il primo lungometraggio diretto dai Brad e Todd Barnes che insieme hanno lavorato già a diversi cortometraggi, ed è anche il primo lungometraggio prodotto da Todd.

Homewrecker racconta la giornata di lavoro di Mike, afroamericano detenuto che ha il permesso giornaliero di uscire per lavorare da Elite, una grande ferramenta a conduzione familiare. Mike gira per New York con un furgone e risponde alle chiamate delle persone che lo contattano per lo più per aprire le serrature quando si dimenticano o perdono le chiavi. Una mattina Mike risponde alla chiamata e s’imbatte in Margot che gli fa aprire una porta che poi si scopre non essere quella della casa della ragazza ma del suo fidanzato Charles. Margot sospetta che Charles la tradisca e spera di trovare tracce di tradimento nel suo appartamento e, non trovandole, la ragazza coinvolge Mike in una rocambolesca giornata all’inseguimento di Charles e delle possibili prove del tradimento. LA scena del ristorante è fondamentale anche perché è il momento in cui Mike, nel tentativo di far parlare Charles, inizia a pensare anche alla sua situazione sentimentale e alla sua storia, ormai compromessa, con Monique.

La sceneggiatura di Homewrecker si basa su un impianto semplice e schematico all’interno del quale le diverse sequenze prendono vita attraverso le dinamiche che si sviluppano tra i tre protagonisti. Mike, per la maggior parte del film cerca di sottrarsi, senza successo, all’irruenza e invadenza di Margot che ha sicuramente una potenze comunicativa che riesce a sopraffare chi la circonda. I dialoghi pungenti e divertenti sono sicuramente uno dei punti di forza del film che in alcune scene ha una struttura molto simile a quello di una sit-com, come l’incontro in una ristornate tra Charles e Mike inviato da Margot per cercare di capire se esista, oppure no, un’amante. Homewrecker è anche un viaggio insolito attraverso la città di New York della quale vengono dati punti di riferimento noti per lo spettatore ma allo stesso tempo nei vari spostamenti di Mike i registi mostrano una città sconosciuta alla maggior parte del pubblico.

La giornata di Mike è scandita, a partire dal momento della sveglia, da una colonna sonora coinvolgente affidata a Todd Snider, valore aggiunto a Homewrecker che mette in luce anche l’interpretazione convincente dei due protagonisti, Anslem Richardson e Ana Reeder che hanno iniziato entrambi nei primi anni Duemila, lavorando in cortometraggi e serie TV. Richardson ad esempio ha esordito come protagoniste nel corto di Maurice A. Dwyer Whoa (2001). Homewrecker è dunque una commedia romantica, divertente, che ha un inizio promettente, particolarmente vivace e interessante ma che, purtroppo, si perde strada facendo fino a chiudersi in un epilogo scontato.

Alice Casalini

Cast & CreditsHomewrecker
Regia: Brad e Todd Barnes; sceneggiatura: Brad Barnes, Todd Barnes, Sophie Goodhart; fotografia: Daniel Vecchione; musiche originali: Todd Snider; montaggio: Todd Barnes, Tom Griffin; scenografia: Tania Bijlani; costumi: Tania Bijlani; interpreti: Anslem Richardson, Ana Reeder, Stephen Rannazzisi, Cesar De León, Beth Peil, Michelle Krusiec; origine: USA, 2010; formato: 2.35 : 1; durata: 88’; produzione: Spare Key Productions, Diversified Film Group; pagina Facebook: facebook.com/homewrecker

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
martedì 25 novembre 2014

Noi, domani al Cinema Trevi

Dopo i due grandi appuntamenti di “Nuovi italiani, da migranti a cittadini” e “L’Africa in (...)

domenica 23 novembre 2014

L’Africa non pervenuta al Torino FilmFest

Dal 21 novembre è in corso la 32ma edizione del Torino Film Festival, diretta da Emanuela (...)

lunedì 17 novembre 2014

Verona 34. Un palmarès tutto al femminile

La 34 edizione del Festival di Cinema Africano di Verona (7-16 novembre) si è chiusa, sancendo (...)

lunedì 17 novembre 2014

La nostra Africa al cinema Trevi

Venerdì 21 novembre alle 19 il cinema Trevi della Cineteca Nazionale ospita un incontro con (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha