title_magazine

Precious

di Lee Daniels

Dopo aver editato Push, il romanzo di culto della scrittrice black Sapphire da cui è tratto, e distribuito in sala Precious (id., 2009), Fandango ha da pochi giorni messo in commercio anche la versione homevideo della felice opera seconda di Lee Daniels (esordiente nel 2006 con Shadowboxer e produttore di Monster’s Ball), vincitrice nella stagione 2009-10 di un numero incredibile di riconoscimenti, dal Sundance ai Golden Globes, fino all’Oscar per Mo’nique (miglior attrice non protagonista) e Geoffrey Fletcher. Precious, che è stato il film indipendente dell’anno, per il fatto di portare alla luce così tanti nuovi talenti neri, ha fatto sperare in una nuova primavera, ma il fatto che nessuno abbia cercato di sfruttarne il successo planetario ha confermato il valore davvero significativo e irripetibile di questo piccolo capolavoro.

Il plot, vale la pena ricordarlo, sia pure in breve, ci riporta alla fine degli anni Ottanta, quando l’AIDS, lo ricorderà Sapphire in un’intervista negli extra, cominciava a mietere vittime a migliaia tra le giovani adolescenti afroamericane, abbandonate a se stesse. Siamo ad Harlem nel 1987, dunque. Claireece “Precious” Jones (Gabourey Sidibè) è una sedicenne obesa e sottoproletaria che vive con una madre autoritaria, violenta e reclusa in casa davanti alla tv (Mo’nique). Il padre, che ha lasciato da qualche tempo la casa, abusa sessualmente di lei da bambina, l’ha messa incinta una prima volta (la figlia nata, Mongo, ha la sindrome di Down) e da poco una seconda. Ritenendo il suo caso ingestibile da una scuola pubblica normale, Precious viene affidata a una scuola sperimentale, “Each One Teach One”, e a un’insegnante, Miss Rain (Paula Patton) che per la prima volta si prende cura di lei. Nell’arco di alcuni mesi, grazie alla scuola, che frequenta nonostante le minacce della madre, Precious imparerà a leggere e a scrivere correttamente e soprattutto a riprendersi in mano il proprio destino.

L’uscita di Precious in homevideo rappresenta un’occasione davvero interessante, e non solo per gli amanti del cinema black. L’edizione italiana (disponibile in DVD e in Blu-ray Disc) ha il merito ovvio di recuperare la pista audio originale e di farci apprezzare la straordinaria intensità delle due interpretazioni principali (l’esordiente Sidibè e Mo’nique, molto nota negli States come attrice brillante), ma anche gran parte degli extra presenti nell’edizione homevideo statunitense (manca, ed è un peccato, il commento audio di Lee Daniels). Interviste e speciali ci consentono di cogliere la portata del progetto, mettendo in valore alcuni fattori all’origine della sua riuscita. Per esempio il rapporto di complicità e stima fortissimo tra la scrittrice Sapphire e Daniels, che l’ha portata a superare le prime perplessità e a partecipare con grande energia ed entusiasmo alla sceneggiatura, il lungo lavoro che ha portato alla selezione dell’interprete per il ruolo di Precious, oppure il coinvolgimento di due star di prima grandezza del pantheon musicale afroamericano come Mariah Carey e Lenny Kravitz, in due ruoli minori.

L’intervista all’anchorwoman Ophrah Winfrey e all’attore e regista Tyler Perry, qui nel ruolo di promoter d’eccezione del film, fotografa l’impatto che Precious ha avuto al Sundance e la risposta che ha prodotto nel pubblico afroamericano. Il dialogo incrociato tra Sapphire e Daniels ci aiuta a capire le ragioni per le quali il regista ha potenziato l’elemento onirico già presente nel romanzo, dando respiro ed espressione ai momenti di maggiore sofferenza in cui la protagonista riesce ad evadere proprio rifugiandosi nell’immaginazione, proiettandosi in una vita da musical hollywoodiano. La scelta di questa chiave discorsiva ha consentito peraltro a Daniels di evitare le secche di un iperrealismo oppressivo e alienante, facendo volteggiare la sua Precious senza paura, come la donna cannone di De Gregori.

Leonardo De Franceschi

Cast & Credits Precious (id.)
Regia: Lee Daniels; sceneggiatura: Geoffrey Fletcher, dal romanzo "Push" di Sapphire; fotografia: Andrew Dunn; musiche: Mario Grigorov; montaggio: Joe Klotz; scenografia: Roshelle Berliner; costumi: Marina Draghici; interpreti: Gabourey Sidibe, Mo’Nique, Paula Patton, Mariah Carey, Sherri Shepherd, Lenny Kravitz, Stephanie Andujar, Chyna Layne, Amina Robinson, Xosha Roquemore, Angelic Zambrana, Aunt Dot, Nealla Gordon; origine: USA, 2010; formato: 35 mm, 1.85; durata: 109’; produzione: Lee Daniels Entertainment, Smokewood Entertainment Group; distribuzione homevideo: Fandango; data di uscita: 5 aprile 2011.
DVD nella confezione: 1; supporto: DVD5 – singolo lato singolo strato; regione: 2; formato video: 16/9, 1:1.85; formato audio: Dolby Digital 5.1; tracce audio: Inglese (originale), Italiano; lingue sottotitoli: Italiano, Inglese, Italiano per non udenti; contenuti extra: Un insieme "prezioso", Dal romanzo al film, Oprah e Tyler, un progetto i passione, Conversazione con Lee Daniels e Sapphire, Scena tagliata, Trailer.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha