title_magazine

In Hell's Heart

di Marco Speroni

Un chirurgo all'inferno

Raccontare la crisi di un uomo che riflette, ripensa e mette in discussione la scelta di un lavoro che ha condizionato per sempre la sua vita vuol dire dover misurarsi con un argomento delicato e, in particolare, è ancora più complesso riuscire a farlo condensando in pochi minuti i pensieri tormentati che seguono percorsi tortuosi. Con questa prova si è misurato il regista Marco Speroni con il suo ultimo cortometraggio, In Hell’s Heart (2010), docu fiction presentato a Roma durante l’ultima edizione di Arcipelago (20-24 giugno 2010), festival di cortometraggi e nuove immagini, all’interno della sezione Eventi Speciali, Tutti i diritti del Mondo 5. Speroni ha realizzato diversi cortometraggi e un lungometraggio Cosa c’entra con l’amore (Premio Solinas 1996) e ha lavorato in vari programmi per la televisione è autore, regista e produttore di questo documentario girato in Congo e ispirato dal libro Lettere senza frontiere edito da MSF (Medici Senza Frontiere).

In Hell’s Heart racconta la storia di Marcello, chirurgo belga di una ONG internazionale, che dopo 15 anni dalla sua prima missione torna in Congo, nella regione del Kivu dilaniata dalla guerra civile. In questi anni, il suo lavoro nelle missioni in paesi massacrati dalle guerre, dalla fame, dalle violenze di ogni genere, l’hanno profondamente segnato e quando si trova a confrontarsi con il luogo della sua prima missione, Marcello inizia un percorso di riflessione sulla sua vita e sulle sue scelte ed entra così in crisi.

Tra documentario e finzione Speroni cerca di restituire, tramite i racconti letti nelle lettere degli operatori umanitari raccolte da Medici Senza Frontiere, l’altra faccia, quella più umana, fragile e vulnerabile, di chi ha cambiato la propria vita dedicandosi alle missioni internazionali, vivendo lontano dalle sicurezze e dagli affetti, diventando uno straniero in patria e trovando l’unica ragione della sua esistenza nel continuo moto da una parte all’altra del mondo. Il Congo è per Marcello il paese dove tutto ha avuto inizio ed è anche il pretesto per dare il via a una serie di pensieri, man mano sempre più intensi e quasi ossessivi: Marcello analizza la sua vita, le sue scelte, ma è in grado di vedere anche quelle degli altri. Il protagonista, interpretato da Marcello Catalano, passeggia nella foresta, attraversa villaggi distrutti, si prende cura dei suoi pazienti mentre la sua voce, quella del suo pensiero è un flusso continuo. La macchina da presa è sempre molto vicina ai volti dei personaggi ma riesce a mantenere una giusta distanza per non interferire né snaturare il racconto. La voce fuori campo di Marcello che diventa, man mano che passa il tempo sempre più presente si amalgama con naturalezza all’intensa colonna sonora scritta apposta per il film.

In Hell’s Heart riesce a comprimere un complesso e delicato percorso interiore: Speroni riesce a restituire, nel breve arco di tempo del cortometraggio, l’immagine di Marcello nella sua complessità. Speroni è anche produttore e distributore del suo lavoro: In Hell’s Heart è un docu fiction indipendente che non a caso era stato già presentato in primavera al cinema Aquila in occasione dell’ultima edizione de RIFF (Rome Indipendent Film Festival).

Alice Casalini

Cast & CreditsCast&Credits
In Hell’s Heart
Regia: Marco Speroni; sceneggiatura: Marco Speroni; fotografia: Paolo Contursi; suono: Paolo Contursi; montaggio: Federico Schiavi; musiche originali: Luigi Mangiocavallo; interpreti: Marcello Catalano; origine: Italia, 2010; formato: HDCAM, colore; durata: ‘20; produzione: Marco Speroni.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
mercoledì 19 settembre 2018

On line il sito Missing at the Borders

E’ on line il sito https://missingattheborders.org/ che intende dare voce e dignità alla famiglie (...)

mercoledì 19 settembre 2018

In sala La libertà non deve morire in mare

Esce nelle sale giovedì 27 settembre con Distribuzione Indipendente il documentario La libertà (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: alle GdA due premi per Joy

Alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia ben due premi sono andati a Joy della (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: premiato 1938 Diversi

Presentato fuori concorso a Venezia 75 - in sala dall’11 ottobre e il 23 ottobre su Sky Arte - (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha