title_magazine

FCAAAL 2012: sguardi a Sud

di Maria Coletti

Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina, 22 edizione, Milano, 19-25 marzo 2012

Torna a Milano tra qualche giorno l’ormai storico appuntamento con le cinematografie del Sud del mondo, diretto dalle due infaticabili direttrici, Annamaria Gallone e Alessandra Speciale.

La serata inaugurale di lunedì 19 marzo (ore 20.30, Auditorium San Fedele) prevede la presentazione del festival e la proiezione in anteprima del film El Shooq (Lussuria) del regista egiziano Khaled El Hagar, vincitore del Festival Internazionale del Cairo, grande romanzo popolare che rivitalizza la tradizione del melodramma egiziano denunciando la miseria del suo popolo.

Nel ricco cartellone del festival sono molti i film africani in programma, nelle varie sezioni.
Nel Concorso Lungometraggi Finestre sul mondo troviamo tre film che hanno avuto importanti riscontri di critica e pubblico nei festival internazionali: Aujourd’hui del franco senegalese Alain Gomis, Mort à vendre del marocchino Faouzi Bensaïdi e Sur la planche della regista marocchina Leïla Kilani.
Alcuni titoli africani anche nel Concorso Documentari Finestre sul mondo: Rouge Parole del tunisino Elyes Baccar, Twende Berlin dei keniani Upendo Hero e Dr. Farasi e La vièrge, les Coptes et moi dell’egiziano Namir Abdel Messeeh.
Tutti questi film confluiscono inoltre anche nel parallelo Concorso Miglior Lungometraggio Africano, una sezione più ampia in cui troviamo anche altri titoli meno noti: da Always Brando di Ridha Behi (Tunisia) a Matière grise di Kivu Ruhorahoza (Ruanda/Australia); da Man on Ground di Akin Omotoso (Sudafrica/Nigeria) a Por aqui tudo bem di Pocas Pascoal (Angola/Portogallo).

Da segnalare che l’associazione Il Razzismo è una brutta storia e le Librerie Feltrinelli partecipano e sostengono il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina. In particolare, la sezione Il Razzismo è una brutta storia segnala e premia i film in concorso che affrontano in maniera critica e costruttiva i temi delle discriminazioni su base razziale, dei diritti di cittadinanza e delle migrazioni.
I film selezionati (corti e lunghi), in competizione anche nel Concorso Extr’A sono: Aicha è tornata di Juan Martin Baigorria e Lisa Tormena (Italia), Case départ di Fabrice Éboué, Thomas Ngijol, Lionel Steketee (Francia), Il castello di Massimo D’Anolfi, Martina Parenti (Italia), La Curt de l’America di Lemnaouer Ahmine, Francesco Cannito (Italia), Demain, Alger? di Amin Sidi-Boumédiène (Algeria), Ferrhotel di Mariangela Barbanente (Italia), Locked in Limbo di Alvaro Lanciai (Italia), Man on Ground di Akin Omotoso (Sudafrica/Nigeria), Mare chiuso di Stefano Liberti, Andrea Segre (Italia), I nostri anni migliori di Matteo Calore, Stefano Collizzolli (Italia), Il nuovo sud dell’Italia di Pino Esposito (Italia/Svizzera), White Men di Alessandro Baltera, Matteo Tortone (Italia), Tahrir Liberation Square di Stefano Savona (Italia/Francia).

Alcune importanti proiezioni africane sono anche nello spazio Fuori Concorso (i documentari Africa nera, marmo bianco di Clemente Bicocchi e Le due storie di Adamà di Annamaria Gallone), nella sezione “E tutti ridono…” dedicata alla commedia (i francesi Beur sur la ville di Djamel Bensalah e Case départ di Fabrice Éboué e Thomas Ngijol) e all’Istituto Francese di Milano (omaggio al regista senegalese Djibril Diop Mambety con il suo film Hyènes).

Da mercoledì 21 a sabato 24 marzo, tutte le mattine, i registi ospiti del Festival incontreranno la stampa e il pubblico alle ore 11 al Festival Center (Casa del pane - Casello Ovest di Porta Venezia).
Inoltre, a completare le proiezioni cinematografiche, anche diverse mostre, alcune delle quali dedicate all’Africa: Mal d’Africa, al Castello Sforzesco, un percorso progettuale e scientifico che illustra tutte le tappe della creazione della collezione di Alessandro Passaré; Good Morning Africa, a cura di Africa Rivista; Souvenir d’Africa: le regole dell’attrazione, a cura di Andrea Perin (queste ultime due in esposizione al Festival Center).

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 12 gennaio 2018

Viaggio in Italia con il cinema tunisino

A 50 anni dal primo passaggio di Roberto Rossellini in Tunisia per le riprese de Gli atti degli (...)

martedì 2 gennaio 2018

Terminate in Marocco le riprese di Sofia

Sono terminate a dicembre le riprese di Sofia, primo lungometraggio della cineasta (...)

lunedì 4 dicembre 2017

I premi del RIFF

Sono stati annunciati ieri i vincitori della XVI edizione del RIFF – Rome Independent Film (...)

lunedì 4 dicembre 2017

Balon e Talien premiati al TFF

Alla cerimonia di chiusura del trentacinquesimo Torino Film Festival che si è svolta lo scorso 2 (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha