title_magazine

Men in Black III

di Barry Sonnenfeld

MIN: ritorno al futuro

K e J sono tornati: i due agenti dei servizi speciali MIB arrivano sugli schermi dei cinema di tutto il mondo con il terzo atteso episodio della fortunata saga MIB (Men in Black). Squadra che vince non si cambia: a dieci anni dal MIB II la collaudata coppia Will Smith/Tommy Lee Jones è tornata a divertire il pubblico in un film che è allo stesso tempo un sequel ed un prequel del primo MIB.
Barry Sonnefeld e la sua squadra, sono riusciti anche in questo terzo episodio a rendere in modo efficace la lettura in chiave comica dell’ipotesi all’ipotesi dell’esistenza degli Uomini in nero, un’organizzazione segreta che si occupa del flusso di extraterresti sulla terra, dando libero sfogo alla fantasia di un variegato ed esilarante mondo alieno. L’elemento nuovo di Men in Black III è il viaggio nel recente passato (1969) che J dove fare e che lo porta ad incontrare il giovane K: dall’era di Obama all’epoca di Nixon per J è un salto nel tempo piuttosto interessante.

Il pericoloso criminale intergalattico Boris, detto Boris l’animale, riesce ad evadere dalla prigione LunarMax, che si trova sulla superficie lunare. Boris l’animale vuole vendicarsi dell’agente MIB K, causa del suo arresto e della perdita del suo braccio sinistro. Il piano di Boirs è di tornare nel tempo e cambiare l’ordine degli eventi. Nel frattempo sulla terra, K e J continuano la loro attività ma con qualche tensione perché J cerca di capire, senza successo, cosa ha reso così sarcastico, freddo e reticente il suo collega. La fuga di Boris stravolge tutto e porta J a tornare indietro nel tempo per salvare il suo collega K, la terra e l’umanità: durante il suo viaggio nel 1969 incontrerà il giovane K, capirà i segreti che porta con sé.

Anche MIB III segue la moda degli ultimi tempi e si lascia travolgere dai salti temporali, dalla possibilità di giocare con il tempo, di modificare gli eventi. In questo gioco Sonnenfeld e gli sceneggiatori Cohen e Koepp, mantengono il giusto registro ironico che non permette deviazioni pericolose e rimane ancorato al registro del film. In questo viaggio nel tempo c’è la piacevole sorpresa di un perfetto giovane K, interpretato da un Josh Brolin incredibilmente somigliante a Lee Jones. Il viaggio nel 1969 è un’occasione in più per sbizzarrirsi nel gioco del mondo alieno e delle teorie sugli UFO e gli extraterrestri e il gioco di MIB in questo senso vede il suo culmine nel party di Andy Warhol.
Il viaggio nel 1969 è anche un’occasione per lanciare l’agente J/Will Smith in un’epoca diversa da quella in cui vive e l’unica di cui può aver memoria poiché quando si viene reclutati si cancella dalla memoria il proprio passato: un periodo in cui per gli afroamericani la vita era difficile, un’epoca in cui si lottava per il riconoscimento dei diritti civili. J piomba in un mondo dove bianchi e afroamericani vivevano ancora divisi, dove l’interazione non era diffusa e il suo comportamento sembra alquanto bizzarro agli abitanti del 1969. J passa dal 2012, epoca in cui prende del latte al cioccolato ad una bambina che chiede alla madre come mai il presidente non le abbia chiesto il permesso per prendere il suo latte, all’era di Nixon, dove i poliziotti lo fermano per strada solo perché si tratta di un nero al volante di un’automobile di lusso. Una sottotraccia questa che viene poi completamente abbandonata nella seconda parte del film.

Dopo tanta attesta e tanto parlare, il ritorno di K e J non lascia i fan delusi: Men in Black III mantiene la promessa, diverte ed intrattiene piacevolmente con una nota vintage tanto di moda di questi tempi.

Alice Casalini

Cast & Credits

Cast & Credits

Men in Black III
Regia: Barry Sonnenfeld; sceneggiatura: Etan Cohen, David Koepp, Jeff Nathanson, Michael Soccio; fotografia: Bill Pope; colonna sonora: Danny Elfman; montaggio: Wayne Wahrman, Don Zimmerman; scenografia: Bo Welch; costumi: Mary E. Vogt; interpreti: Will Smith, Tommy Lee Jones, Emma Thompson, Josh Brolin; origine: Usa, 2012; formato: 35 mm, 1.85:1, Dolby Digital; durata: ‘103; produzione: Amblin Entertainment, Hemisphere Media Capital, Media Magik Entertainment, Parkes/MacDonald Productions; distribuzione: Warner Bros. Italia; sito ufficiale: http://www.sonypictures.com/movies/meninblack3/; sito italiano: http://meninblack3.it/


Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
lunedì 21 maggio 2018

Cannes 71: premiato Spike Lee

Spike Lee, lanciato nel 1986 proprio dal Festival di Cannes con Lola Darling, si è aggiudicato (...)

mercoledì 18 aprile 2018

Cannes 71: DuVernay e Nin in giuria

Annunciata anche la Giuria ufficiale del prossimo Festival di Cannes (8-19 maggio), presieduta (...)

martedì 17 aprile 2018

Cannes 71: Mohamed Ben Attia alla Quinzaine

Il film tunisino Weldi (Mon cher enfant) di Mohamed Ben Attia sarà presentato in prima mondiale (...)

venerdì 13 aprile 2018

Cannes 71: per i 100 anni di Nelson Mandela

Nelson Mandela avrebbe compiuto 100 anni nel 2018. Tra le anticipazioni del programma del (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha