title_magazine

Cinemafrica per Atse Tewodros Project

a cura di Leonardo De Franceschi

Dal giardino incantato della terra da dove viene, per parte di madre, Gabriella Ghermandi - nata ad Addis Abeba nel 1965 ma bolognese d’adozione, narratrice, performer, cultrice di memorie orali e musicali - arriva un nuovo fiore prezioso, un nuovo progetto, lanciato a dir il vero a fine agosto, che a noi di Cinemafrica piace molto e quindi sosteniamo con convinzione. Atse Tewodros Project prende il nome da uno dei più amati Imperatori della storia d’Etiopia, e si prefigge di diffondere in Occidente, e in particolare in Italia, la musica etiope; sostenere i musicisti etiopi che suonano strumenti tradizionali, e che iniziano a scomparire; dare l’opportunità a musicisti italiani di esplorare un contesto musicale nuovo.

Questi obiettivi verranno perseguiti attraverso la produzione di un CD di musica Jazz Ethio-Italian dal titolo Atse Tewodros Project composto ed eseguito in un incontro tra etiopi e italiani; uno spettacolo dal vivo interculturale e interdisciplinare (in particolare di musica, narrazione e danza) con la partecipazione di artisti italiani ed etiopi. Un aspetto fondamentale del progetto è la creazione di una opportunità di incontro tra artisti etiopi e italiani. Per realizzare il progetto invitiamo tutti i lettori di Cinemafrica a sostenerlo con il loro contributo fattivo: si tratta principalmente di finanziare il viaggio dei musicisti italiani in Etiopia per la elaborazione e la registrazione dei brani. Acquistando almeno una quota (15€) di "Atse Tewodros Project" si potrà diventare sostenitori attivi del progetto, e ci si assicurerà una copia del CD, che si prevede possa essere ultimato nell’estate 2013.

Nella pagina dedicata al progetto sul sito produzionidalbasso.com potrete vedere lo spot promozionale dell’iniziativa e ascoltare in anteprima due demo del futuro CD, primo saggio notevole delle doti di cantante di Ghermandi, nota ai più solo per il pregevole romanzo d’esordio Regina di fiori e di perle e per i suoi spettacoli teatrali, l’ultimo dei quali (La bambina che resta) è stato presentato di recente e con successo al Piccolo di Milano.
Per parte nostra, sosterremo il progetto lasciando quest’articolo di presentazione per un mese nella nostra homepage e attraverso una nota dedicata nella nostra newsletter; il minimo che possiamo fare, pur trattandosi di un’iniziativa extra-cinematografica, per chi, come noi, ama la musica di Mulatu Astatke (ma non solo: e allora la nostra Saba Anglana, e l’afrotedesca Senait Mehari?...)

Link utili per sottoscrivere il progetto:
Produzioni dal basso - Atse Tewodros Project
Gabriella Ghermandi

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha