title_magazine

Flight

di Robert Zemeckis

Destino o fato?

Denzel Washington è il protagonista di Flight, l’action che segna il ritorno al cinema in carne ed ossa di Robert Zemeckis dopo Cast Away uscito nel 2000. Flight esce nelle sale a fianco di Django unchained di Tarantino e del monumentale Lincoln di Spielberg. Il film di Zemeckis s’inserisce nella sfera del più classico e solido cinema Hollywoodiano: il protagonista, Whip Whitaker, è un eroe dai molti lati oscuri che man mano vengono a galla e conducono il personaggio da uno stato di negazione ad uno d’accettazione dei suoi punti deboli, fino a raggiungere una vera a propria auto-redenzione.

Al centro di Flight c’è infatti un uomo, Whip Whitaker, comandante di una compagnia di linea da molti anni. Una mattina d’autunno Whip si appresta a partire da Orlando per un volo di routine, come tanti altri: la notte precedente però il capitano ha trascorso una notte semi-insonne insieme all’affascinante assistente di volo Katerina Marquez, tra fiumi di alcool e cocaina. Il volo si presenta subito difficoltoso con l’attraversamento di una forte tempesta che Whip riesce a superare. Ma in breve s’innescano una serie di guasti a catena che fanno precipitare l’aereo e il comandate tenta di tutto per far arrivare il volo a fare un atterraggio d’emergenza su una zona priva d’abitazioni. L’impatto è fortissimo ma su 102 passeggeri 96 riescono a sopravvivere. Un miracolo per il quale Whip viene trattato come un eroe. La causa del disastro però non è chiara e le indagini sull’accaduto portano anche ad aprire un’inchiesta sul comandate Whitaker.

Denzel Washington, come ha ricordato in un’intervista, è la prima volta che si trova a doversi confrontare con l’interpretazione di un ruolo di un personaggio alcolizzato: una prova intensa sulla quale poggia parte del film. Flight infatti da un lato è sostenuto da una regia a tratti visionaria, come nella lunga sequenza del disastro aereo, dall’altro invece è indebolito da una sceneggiatura a tratti lacunosa. Alcuni personaggi non sono approfonditi come meriterebbero: ad esempio quello della giovane Nicole, una tossicodipendente che Whip incontra in ospedale e della quale s’innamora, che viene risolto in modo troppo sbrigativo, oppure quello di Harling Mays, pusher di Whip, interpretato da un John Goodman in grande forma, ma lasciato scivolare come fosse una macchietta. Flight è poi pervaso dall’inizio alla fine da un’inquietante atmosfera che oscilla tra mistico e religioso, tra fato e destino: una serie di rimandi e richiami continui che però non trovano una collocazione strutturata all’interno del film fatta eccezione ovviamente per la crisi di coscienza del comandate Whitaker.

Flight è ambientato nel sud degli Stati Uniti e Whip per sfuggire alla folla dei giornalisti si rifugia nella casa del nonno, una piccola fattoria di campagna nel terreno agricolo della sua famiglia. L’eroe dai lati oscuri si confronta con l’avvocato di successo di Chicago, interpretato da Don Cheadle, apparentemente impeccabile ma che al contrario è un concentrato di ambizione e competizione, sopra ogni regola e legge morale: un confronto tra istintività senza regole né freni inibitori, contro una compostezza fatta da regole di facciata. Alla fine non emergerà né l’una né l’altra ma solo una spietata, raggelante ma umana debolezza nel riconoscimento dei limiti e degli errori.

Denzel Washington è un eroe di un dramma morale ed edificante diretto in modo personale e audace in molti tratti da Zemeckis; e la sequenza in volo, da sola, tiene per quasi trenta minuti con il fiato sospeso e rimane impressa per tutto il film.

Alice Casalini

Cast & CreditsCast&Credits
- Flight
- Regia: Robert Zemeckis; sceneggiatura: John Gatins; fotografia: Don Burgess; montaggio: Jeremiah O’Driscoll; suono: Randy Thom; scenografia: Nelson Coates; costumi: Louise Frogley; interpreti: Denzel Washington, Kelly Reilly, Bruce Greenwood, John Goodman, Don Cheadle; origine: Usa, 2013; formato: 35 mm, 2.35:1, Dolby Srd; durata: 138’; produzione: ImageMovers, Paramount Pictures, Parkes/MacDonald Productions; distribuzione: Universal Pictures; sito ufficiale: http://www.paramount.com/flight/; sito italiano: http://www.flight-ilfilm.it/

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
mercoledì 19 settembre 2018

On line il sito Missing at the Borders

E’ on line il sito https://missingattheborders.org/ che intende dare voce e dignità alla famiglie (...)

mercoledì 19 settembre 2018

In sala La libertà non deve morire in mare

Esce nelle sale giovedì 27 settembre con Distribuzione Indipendente il documentario La libertà (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: alle GdA due premi per Joy

Alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia ben due premi sono andati a Joy della (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: premiato 1938 Diversi

Presentato fuori concorso a Venezia 75 - in sala dall’11 ottobre e il 23 ottobre su Sky Arte - (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha