title_magazine

La prima edizione delle Giornate del Cinema dei Diritti in Tunisia

di Maria Coletti

Thala, Le Kef, Tunisi, 16-24 marzo 2013

I diritti dell’uomo arrivano per la prima volta sul grande schermo in Tunisia.

Le associazioni Alliance Ciné, Association Culturelle Afrique-Méditerranée e l’Institut Arabe des Droits de l’Homme presentano la prima edizione delle Journées du Cinéma des Droits et des Libertés, organizzata con il sostegno dell’Unione Europea, del Ministero Tunisino della Cultura e della Casa della Cultura Ibn Rachiq, che si svolgerà dal 16 al 25 marzo 2013 nelle città di Thala, Le Kef e Tunisi.

In un paesaggio culturale in piena mutazione, alla ricerca legittima di libertà, la questione del rispetto dei diritti umani e dei principi democratici si pone più che mai al centro dell’attenzione. Questa prima edizione delle Giornate del Cinema dei Diritti ha lo scopo si sostenere il risveglio civile attraverso un’iniziativa che incoraggi la libertà di espressione e il rispetto per la diversità di opinione.

Questa manifestazione - rigorosamente a ingresso libero - ha la vocazione di riunire tutti gli attori culturali e associativi che operano per la promozione dei diritti umani, rivogendosi ad un vasto pubblico, soprattutto di giovani.

Le Giornate del cinema dei diritti e delle libertà (JICDL) uniscono due aspetti fondamentali, i diritti umani e la cultura, con l’ambizione di sensibilizzare il più grande numero possibile di persone sul rispetto dei Diritti dell’Uomo e incoraggiare tutte le espressioni della società civile nella loro azione di denuncia e intervento (giornalisti, attivisti, difensori dei diritti umani, universitari, ecc.).

Per questo le Giornate hanno formato una grande piattaforma che unisce differenti associazioni e realtà culturali della società civile e molti partner hanno aderito al progetto: la Ligue Tunisienne des Droits de l’Homme (LTDH), l’Association Tunisienne des Femmes Démocrates (ATFD), la sezione tunisina di Amnesty international, la Fédération Tunisienne des Cinés Club (FTCC), la Fédération Tunisienne des Cinéastes Amateurs (FTCA), l’Association Mass’art, l’Association les Couleurs de la Liberté, l’association Article13, l’Association des Etudiants et Stagiaires Africains en Tunisie (AESAT), l’Association des Femmes Tunisiennes pour la Recherche sur le Développement (AFTURD), la Ligue des Electrices Tunisiennes (LET), l’Association Terre d’Asile Tunisie, le Conseil Tunisien pour les Réfugiés et le Migrants (CTRM) e altre associazioni locali, come Thala solidaire, Act Kef e ASM Kef.

Strumento di denuncia, sensibilizzazione e mezzo di educazione popolare, le Giornate vogliono inserirsi stabilmente nel calendario culturale tunisino. Sono sostenute in questo anche dall’Unione Europea, dal Ministero della cultura tunisino, il Comune del Kef, il Centre des Arts Dramatiques et Scéniques del Kef, la Maison de la Culture Ibn Rachiq, il Forum Sociale Mondiale, Al Hiwar Ettounsi, No Pasaran e Arab Human Rights Fund.

Curatori dell’evento sono Mohamed Challouf, delegato generale per la Tunisia, e Vincent Mercier, delegato generale per la Francia.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 31 maggio 2019

Riapre la Biblioteca IsIAO

Grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e l’Associazione (...)

martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha