title_magazine

Iniziata la 13. edizione del festival Human Rights Nights

di Maria Coletti

Bologna, 18-21 aprile 2013

Torna nella collocazione primaverile il Festival internazionale sul tema dei diritti umani, dal 18 al 21 aprile – presso il Cinema Lumiere di Bologna, via Azzo Gardino 65.

Il nesso tra sviluppo e migrazione è al centro di questa tredicesima edizione dedicata ad AMITIE, progetto finanziato dall’Unione Europea e coordinato dal Comune di Bologna che ha messo in rete varie realtà multiculturali. Questa edizione prevede incontri, workshop, mostre e musica che integrano il ricco programma di visioni, con molte anteprime e alcuni grandi film a tema della storia del cinema.

AMITIE è un progetto di educazione allo sviluppo che attraverso attività di ricerca, formazione, comunicazione, partecipazione intende creare spazi di comunicazione, incontro e scambio sulle tematiche di migrazione, sviluppo e diritti umani. Iniziato nel 2011 in Spagna, Romania, Lettonia, Italia e Brasile, è co-finanziato dall’Unione Europea e coordinato dal Comune di Bologna.

Gli obiettivi di AMITIE sono la diffusione di una maggiore consapevolezza, nella società europea e negli enti locali, sulla migrazione come risorsa di sviluppo e sull’interrelazione tra migrazioni, sviluppo e diritti umani, facilitando così nuove partnership e forme di partecipazione.

Migrazione, sviluppo, diritti. Queste le parole chiave. Anzi, le idee. Libere di muoversi, come le persone che di quelle idee sono portatrici. AMITIE diventa quindi un insieme: l’insieme di queste persone, di queste idee, raccolte e veicolate da una campagna di comunicazione per promuovere una nuova idea di cittadinanza, una campagna che vuole ampliarsi con nuove idee, raggiungere nuove persone.

Una rete senza confini, quindi, che trova però a Bologna il suo centro, grazie alla sensibilità, alla capacità di precorrere i tempi di realtà come il Comune di Bologna, la Cineteca di Bologna, vera e propria levatrice di Human Rights Nights, o dell’Università di Bologna, da sempre a sostegno dell’iniziativa.

Senegal, Etiopia, Lettonia, Spagna, Macedonia, Nigeria, Stati Uniti, Francia, Olanda, Brasile, Romania, Angola, Inghilterra, Giappone, Nuova Zelanda. E Italia. Questo l’orizzonte sconfinato di un ideale gemellaggio tra popoli e nazioni: che per conoscersi hanno bisogno di costruire un linguaggio comune, di comunicare tra loro. Un orizzonte che guarda senza pregiudizi e vincoli a una società plurale, in cui la migrazione sia vissuta come risorsa, obiettivo raggiungibile se e solo se la tutela dei diritti fondamentali della donna e dell’uomo è estesa a ogni donna e a ogni uomo, senza pregiudizi e senza vincoli.

È questo lo spirito che anima il programma cinematografico di Human Rights Nights, capace di presentare importanti produzioni in anteprima (come sono quest’anno A Better Life di Chriz Weitz o A Restless City di Andrew Dosumnu) o di mostrare, in occasioni uniche per il pubblico, film che difficilmente troveranno spazio nella poco coraggiosa circuitazione delle sale cinematografiche: un mosaico che non si ferma ai titoli di punta e compone un panorama del cinema d’impegno civile.

Un altro futuro è invece quello rappresentato dai registi migranti, al quale si rivolge il Premio Gianandrea Mutti – Archivio delle Memorie Migranti, nato in seno al festival grazie alla volontà dell’Associazione Amici di Giana, Officina Cinema Sud-Est, Cineteca di Bologna e Archivio delle Memorie Migranti, protagonista anche quest’anno grazie a una vetrina che ci permetterà di vedere in anteprima il trailer del nuovo film di Dagmawi Yimer, Va’ Pensiero, attualmente in produzione, proprio grazie all’assegnazione del Premio nel 2011.

Segnaliamo alcune proiezioni di interesse panafricano.

venerdì 19 ore 22.30
Voci del Deserto
Cinema Lumière
I CORTI DI SOUSSABA CISSÉ
Sans papier (2009, 3’) / La Nuit de vérité (2010, 15’) Ma Mère (2010, 15’) / Les Enfants du peuple (2012, 6’) L’Homme fort (2012, 8’)
Soussaba Cissé è un’appassionata regista di Bamako, Mali. Porta con sé una vasta gamma di esperienze, fin da quando accompagnava suo padre Souleymane Cissé sui set di Scorsese. I suoi cortometraggi, di una sensibilità straordinaria, ci immergono nei gravi problemi che affliggono il suo paese, a partire dai temi globali della discriminazione e della migrazione.

sabato 20 ore 16.00
Schermi e Lavagne: Cineclub per ragazzi - Nuove generazioni
Cinema Lumière MIRACOLO A LE HAVRE

di Aki Kaurismäki (103’)
“Nella città di Le Havre, il caso mette insieme due persone che stazionano sull’ultimo gradino della gerarchia sociale: il lustrascarpe Marcel Marx e il ragazzo africano Idrissa, un immigrato che sfugge alla custodia della polizia e, così facendo, al destino dei suoi compatrioti. I due sembrano presi in una trappola globale dove gli esseri umani sono solo merce per compravendite, eppure alla fine ce la fanno, circondati dalla buona e brava gente della città."(Peter von Bagh)

sabato 20 ore 17.00
Schermi e Lavagne: Cineclub per ragazzi - Nuove generazioni
Sala Cervi
WELCOME
di Philippe Lioret (110’)
Qual è l’accoglienza riservata agli immigrati in Europa? Quale il senso della parola welcome in un paese come la Francia? Se lo è chiesto Lioret in questo film terribilmente bello, vincitore a Berlino e campione d’incassi in patria, che racconta una storia di coraggiosa amicizia fra un giovane curdo che sogna di andare a Londra e un uomo di mezza età in crisi. “Quel che accade oggi a Calais mi ricorda ciò che è accaduto in Francia durante l’occupazione tedesca: aiutare un clandestino è come aver nascosto un ebreo nel ’43, si rischia il carcere”. (Philippe Lioret)

A seguire
Presentazione del Progetto di Accoglienza in famiglia di Minori Stranieri non Accompagnati. Intervengono Amelia Frascaroli (Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Bologna), Marina Cesari (Direttrice del Servizio di NPIeA Azienda USL Bologna), Marilisa Martelli e il giornalista Mauro Sarti. Evento promosso da ASP IRIDeS. In collaborazione con ARCI e Associazione Progrè

sabato 20 ore 20.00
Premiazione Human Rights Nights AMITIE
Cinema Lumière
Conferimento del Premio AMITIE Award, dedicato alla comunicazione sociale e alle creatività plurali e del Premio Mutti-AMM 2013, dedicato al Cinema Migrante

a seguire

VA’ PENSIERO
(trailer, Italia/2013) di Dagmawi Yimer
Trailer del film attualmente in produzione, vincitore del Premio Gianandrea Mutti 2011. Il Premio è promosso da Associazione Amici di Giana, Officina Cinema Sud-Est, Cineteca di Bologna e Archivio delle Memorie Migranti

IL DEBITO DEL MARE
(Italia-Marocco/2012) di Adil Tanani (15’)
Redouane è un giovane clandestino. Suo fratello è morto durante la traversata in mare. Per le strade del quartiere multietcnico di Porta Palazzo a Torino cerca aiuto e solidarietà per cercarne la salma e rendergli omaggio.

STA PER PIOVERE
(Italia/2012) di Haider Rashid (100’)
Said è un giovane onesto e ambizioso, nato e cresciuto in Italia da genitori algerini, che si mantiene agli studi lavorando come panettiere. Quando il padre perde il lavoro, la sua famiglia si trova di fronte alla tragica prospettiva di non poter veder rinnovato, dopo trent’anni, il permesso di soggiorno. L’Italia, il paese che Said ha da sempre ritenuto suo, gli appare ora come una matrigna crudele che lo spinge a ‘tornare a casa’, in uno stato in cui non ha mai messo piede. Introducono Dagmawi Yimer, Mohamed Ba (protagonista di Va’ pensiero) e Haider Rashid

L’ingresso a tutte le proiezioni ed eventi del festival è gratuito.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

mercoledì 27 marzo 2019

Fescaaal 2019: il premio Mutti-AMM2019

Viene presentato oggi al FESCAAAL di Milano - mercoledì 27 marzo, ore 19.00 - il Premio (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha