title_magazine

Thor: The Dark World

di Alan Taylor

Buio, tenebre e oscurità

Dopo The Avengers, Thor è il protagonista di un’altra avventura che lo riporta sulla terra per salvarlo dalle forze oscure che vogliono avvolgere il nostro pianeta nelle tenebre. In seguito a Thor diretto nel 2011 da Kenneth Branagh, la Marvel e la Disney hanno realizzato un sequel, Thor: The Dark World, affidandolo al regista Alan Taylor.
Il successo dei film tratti da fumetti e dei loro supereroi continua apparentemente inarrestabile coinvolgendo appassionati del genere e non solo, avvalendosi ormai sempre del supporto del 3D. Il personaggio ispirato all’omonimo Dio della mitologia nordica torna dunque sugli schermi di tutto il mondo con una nuova avventura che ovviamente lascia sul finale un’apertura verso un possibile terzo sequel.

Thor e i fidati guerrieri di Asgard combattono per far tornare la pace su tutti e nove i Regni. Al termine di questa lunga missione che ha tenuto occupato Thor dopo l’ultimo intervento sulla terra con gli Avengers, un altro pericolo minaccia i Nove Regni: l’antica dinastia degli Elfi Neri proveniente dal pianeta Svartafalheimr, sconfitta molti anni dal popolo di Asgard, è tornata. Malekith e il suo popolo vogliono portare l’oscurità su tutti e Nove i Regni. Questa volta Tohr non dovrà solo combattere ma affrontare anche un viaggio che lo metterà di fronte a scelte difficili, come quella di disubbidire agli ordini di suo Padre e provare a fidarsi di suo fratello Loki. Un’avventura che lo porterà a ritrovare Jane Foster e i suoi compagni di ricerche.

Taylor riesce senza dubbio a realizzare un film che può coinvolgere, come puro divertissement, sia gli appassionati del fumetto, sia chi si trova a vederlo senza avere troppe conoscenze sulla genesi del progetto e sul mondo che è alle sue spalle. Detto questo, il centro dell’attacco questa volta si sposta in Europa nel cuore della città di Londra che sarà per questo episodio il simbolo della terra che Thor dovrà salvare.
Come nel primo Thor, troviamo ancora una volta Idris Elba nel ruolo di Heimdall, guardiano del ponte Bifröst, colui che vede attraverso le stelle e i Nove Regni. Un ruolo fondamentale all’interno del regno di Asgard e, in questo secondo episodio, Heimdall ha sicuramente una parte più attiva, come aveva già affermato Elba in un’intervista, perché il suo aiuto è fondamentale per il piano di Thor.
Idris Elba, dopo il successo di Luther, continua ad essere sempre più presente in molti film, non a caso è del 17 Novembre la copertina di Lifestyle a lui dedicata con il titolo This is Idris. Pay Attention.

Personaggio che fa in qualche modo da contraltare a quello di Heimdall in Thor: The Dark Wolrd è quello del braccio destro di Malekith, Algrim il forte/Kurse, che si sacrifica per il suo capo e per la causa degli Elfi Neri. Adewale Akinnuoye-Agbaje interpreta il ruolo del malvagio Kurse: l’attore anglo nigeriano, meno noto tra il grande pubblico rispetto ad Elba, ma con un curriculm ormai sempre più fitto di partecipazioni sia in lungometraggi (The Bourne Identity, Killer Elite, La cosa) che in numerose serie TV (Oz e Lost).

Akinnuoye-Agbaje e Elba hanno ruoli comparabili nei due schieramenti opposti, uno tra i cattivi e uno tra i buoni, ma entrambi sacrificano qualcosa, l’uno la vita, l’altro l’integrità del suo ruolo di guardiano per la causa in cui credono e per le persone in cui credono. La Marvel ha confermato dunque la scelta discussa di Elba per il ruolo di Heimdall: nel fumetto è conosciuto anche come il Dio Bianco e, per gli appassionati del genere, all’inizio la scelta di Elba non era stata accolta con entusiasmo. In questo secondo episodio ha poi inserito anche Akinnuoye-Agbaje, e gli affida un ruolo diametralmente opposto nello schieramento dei “malvagi”, quasi come a voler bilanciare i due attori, all’interno di scelte considerate politicamente corrette.

Alice Casalini

Cast & CreditsThor: The Dark World
Regia: Alan Taylor; sceneggiatura: Christopher Yost, Christopher Markus, Stephen McFeely, Joss Whedon; fotografia: Kramer Morgenthau; musiche: Brian Tyler; montaggio: Conrad Buff, Malcolm Jamieson; scenografia: Charles Wood; costumi: Wendy Partridge; interpreti: Chris Hemsworth, Natalie Portman, Tom Hiddleston, Stellan Skarsgård, Anthony Hopkins, Kat Dennings, Idris Elba, Jaimie Alexander, Christopher Eccleston, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Jonathan Howard, Ray Stevenson, Zachary Levi, Rene Russo, Tadanobu Asano; origine: Usa, Islanda 2013; formato: colore, 2.35 : 1, Dolby Digital; durata: 112’; produzione: Marvel Studios, Marvel Entertainment; distribuzione: Walt Disney Pictures; sito ufficiale: http://marvel.com/thor#/home

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha