title_magazine

Il fuoco della vendetta – Out of the Furnace

di Scott Cooper

Trappola in fiamme

Il fuoco della vendetta – Out of the Furnace di Scott Cooper esce nelle sale italiane dopo quasi un anno dalla sua presentazione all’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma in occasione del quale Cooper ha ricevuto il Premio Taodue Camera d’oro per la miglior opera prima e seconda. Cooper è un attore e sceneggiatore e nel 2009 ha esordito alla regia di un lungometraggio, Crazy Heart, film vincitore di due premi Oscar. Cooper è arrivato dunque alla sua seconda regia avendo alle spalle un’eredità pesante che allo stesso tempo gli ha permesso di portare alla corte del suo film un cast d’eccezione, tra cui Christian Bale, Willem Dafoe e Forest Whitaker e anche produttori d’eccezione come Leonardo Di Caprio e Ridley Scott. Il fuoco della vendetta è un film crudo e cupo che mostra la parte debole e ferita degli Stati Uniti.

Russel Baze è un uomo che lavora in un altoforno, ha una ragazza, Lena, che vuole sposare e ha un fratello minore, Rodney, che è ha scelto di arruolarsi per provare a trovare una via di fuga al destino che ha segnato la vita del padre e del fratello. Rodney, dopo quattro anni di guerra in Iraq, torna a casa, il padre è molto malato e Russel è coinvolto in un incidente e finisce in carcere con l’accusa di omicidio colposo. Quando Russel esce di prigione è convinto di mantenere la promessa data a Lena e di sposarla. Un giorno scopre che Rodney è scomparso: il ragazzo per guadagnare soldi scommetteva alle corse di cavalli e disputava combattimenti di pugilato clandestini. Russel a questo punto è deciso a farsi giustizia da solo, e a nulla vale la vicinanza di Lena e quella dello sceriffo Wesly Barnes che gli promette di seguire direttamente il caso.

Cooper mette in scena il tema della vendetta all’interno della cornice della provincia americana colpita dalla crisi: Russel, interpretato da Christian Bale, ha deciso di seguire le orme del padre lavorando nell’industria siderurgica, principale fonte di guadagno della città della Pennsylvania in cui vive, ma l’altoforno nel quale lavora presto chiuderà. Il fratello minore ha scelto di arruolarsi proprio per scappare alla vita già segnata del padre e del fratello: per Rodney, come per molti giovani delle zone provinciali e rurali maggiormente colpite dalla recessione, la via delle forze armate sembra l’unica scelta. Quando Rodney torna, dopo quattro anni in Iraq, è spaesato, la situazione è peggiorata e non vede la possibilità di cambiare la sua vita.

In questa situazione di degrado, di disperazione e di povertà i toni grigi del fumo delle acciaierie sono lo sfondo per raccontare le vite senza speranze dei fratelli Baze. I personaggi sono archetipi di una realtà sociale e il regista mette in scena i suoi personaggi senza giudicare i loro comportamenti, non condanna la violenza della vendetta fine a se stessa. Russel non si fida della giustizia e dello sceriffo Wesly Barnes (Forest Whitaker), la sua vita non ha più valore, il suo unico obiettivo, una volta che sembra essere tutto perso, rimane solo quello di vendicare il fratello. Il rapporto conflittuale tra Russel/Wesly è acuito anche dalla contesa di Lena, interpretata dall’affascinante Zoe Saldana e l’incontro-scontro tra il protagonista e lo sceriffo è anche il momento del confronto intenso tra due attori Bale e Withaker che per questo ruolo è stato nominato nella rosa come artista dell’anno all’American Black Film Festival.

Il fuoco della vendetta – Out of the Fournace colpisce molto di più per l’atmosfera e l’ambiente scelti da Cooper che per la sceneggiatura priva di particolari elementi originali: nonostante un cast stellare, non si riesce a stabilire un contatto profondo con i personaggi. Il film sembra che venga attraversato da una barriera che non permette alle vite tormentate di Russel e di Rodnay di emergere in tutta la forza drammatica che hanno in potenza.

Alice Casalini

Cast & CreditsIl fuoco della vendetta - Out of the Fournace Regia: Scott Cooper; sceneggiatura: Scott Cooper, Brad Ingelsby; fotografia: Masanobu Takayanagi; musica: Dickon Hinchliffe; montaggio: David Rosenbloom; scenografia: Thérèse DePrez; costumi: Kurt and Bart; interpreti: Christian Bale, Zoe Saldana, Woody Harrelson, Willem Dafoe, Forest Whitaker, Casey Affleck, Sam Shepard, Boyd Holbrook, Tom Bower; origine: USA, 2014; formato: 35 mm, 1.85, Dolby Digital; durata: 116’; produzione: Appian Way, Energy Entertainment, Red Granite Pictures, Relativity Media, Scott Free Productions; distribuzione: Indie Pictures; Minisito ufficiale: http://www.indiepictures.it/film/out-of-the-furnace

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 12 gennaio 2018

Viaggio in Italia con il cinema tunisino

A 50 anni dal primo passaggio di Roberto Rossellini in Tunisia per le riprese de Gli atti degli (...)

martedì 2 gennaio 2018

Terminate in Marocco le riprese di Sofia

Sono terminate a dicembre le riprese di Sofia, primo lungometraggio della cineasta (...)

lunedì 4 dicembre 2017

I premi del RIFF

Sono stati annunciati ieri i vincitori della XVI edizione del RIFF – Rome Independent Film (...)

lunedì 4 dicembre 2017

Balon e Talien premiati al TFF

Alla cerimonia di chiusura del trentacinquesimo Torino Film Festival che si è svolta lo scorso 2 (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha