title_magazine

Prosegue la campagna di crowdfunding per il film documentario Blaxploitalian

di Maria Coletti

Il cinema italiano, come non lo avete mai visto...

Ancora fino al 4 novembre è possibile sostenere la campagna di crowdfunding per la realizzazione di un documentario sul cinema italiano, come non lo avete mai visto!!

Blaxploitalian è un documentario - ispirato dal libro a cura di Leonardo De Franceschi L’Africa in Italia. Per una controstoria postcoloniale del cinema italiano - che si mette sulle tracce delle diverse generazioni di attori e cineasti afrodiscendenti presenti nel cinema italiano, a cominciare dall’immagine dell’Africa presente fin dai primi anni del Novecento. Se la prima protagonista nera (l’attrice Hesperia in arte Olga Mambelli in blackface) è apparsa nel film Zuma (1913) di Baldassarre Negroni, il primo attore afrodiscendente con un ruolo di rilievo è nel film Salambo (1914) di Domenico Gaido.
Un racconto temporale di oltre cent’anni che, partendo dal cinema muto e da quello coloniale, arriva fino al cinema contemporaneo, raccontando il contributo di attori afroamericani che hanno vissuto tanti anni in Italia, come John Kitzmiller (Paisà e Senza pietà), Harold Bradley (la serie dei film su Maciste), Fred Williamson (Uomini duri, 1990 – I guerrieri del Bronx, The Messenger), e quello di attori e attrici afroitaliani, come Zeudi Araya, Ines Pellegrini, Iris Peynado, Fiona May, Denny Mendez, Esther Elisha, Bobby Rhodes, Salvatore Marino, Jonis Bascir, Germano Gentile e altri.
Questi nomi rappresentano solo la punta di un iceberg: centinaia sono infatti gli interpreti che hanno recitato nei film del Neorealismo, nei film storico-mitologici, nella commedia anni ’60, nel poliziesco anni ’70, così come nelle commedie più o meno sexy all’italiana, o che hanno inciso la memoria collettiva degli italiani con i loro passaggi televisivi senza però essere riconosciuti dal mainstream.

Fred Kudjo Kuwornu, regista-attivista-produttore italo-ghanese, nato e cresciuto a Roma e che vive adesso tra Roma e Brooklyn, dopo i due documentari sui soldati afroamericani in Italia (Inside Buffalo) e sulla cittadinanza (18 Ius Soli), inizia una nuova battaglia culturale sul modo in cui l’Italia si autorappresenta nel cinema, in televisione e più in generale sui mass media credendo fortemente che quest’Italia multiculturale deve essere sempre più raccontata anche da autori e attori figli dell’immigrazione o dalle seconde generazioni.
Al documentario Blaxploitalian (www.facebook.com/blaxploitalian) è associata una campagna di sensibilizzazione rivolta ai mass media italiani e del mondo per superare le immagini stereotipate con cui vengono rappresentati i neri italiani e le altre minoranze etniche e avviare un vero processo d’inclusione nelle fiction e nel cinema che valorizzi le differenze.

Per poter completare le riprese del documentario e la sua realizzazione, la troupe ed il regista devono viaggiare tra Italia, Europa e Stati Uniti, per intervistare attori, registi e critici scelti come testimoni e interpreti di questa storia nascosta del cinema italiano. La raccolta fondi sarà fondamentale per coprire gli enormi costi di noleggio delle attrezzature, dei viaggi, del montaggio audio e video, dei sottotitoli in più lingue, della correzione del colore, della realizzazione di un master finale per partecipare ai festival internazionali.

Per questo motivo il regista Fred Kuwornu ha lanciato su indiegogo dal 15 settembre una campagna di crowdfunding che noi sosteniamo attivamente con Cinemafrica: potete donare FIN DA OGGI un piccolo contributo sul conto della nostra associazione, con la causale "Produzione documentario":

Associazione Culturale Yeelen
Banca Popolare Etica – Filiale di Roma
IBAN: IT83 E050 1803 2000 0000 0115 592

Cast & Credits

Come donare:

Associazione Culturale Yeelen
Banca Popolare Etica – Filiale di Roma
IBAN: IT83 E050 1803 2000 0000 0115 592
causale: produzione documentario


Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
Documenti allegati
fine_sezione
title_news
venerdì 12 gennaio 2018

Viaggio in Italia con il cinema tunisino

A 50 anni dal primo passaggio di Roberto Rossellini in Tunisia per le riprese de Gli atti degli (...)

martedì 2 gennaio 2018

Terminate in Marocco le riprese di Sofia

Sono terminate a dicembre le riprese di Sofia, primo lungometraggio della cineasta (...)

lunedì 4 dicembre 2017

I premi del RIFF

Sono stati annunciati ieri i vincitori della XVI edizione del RIFF – Rome Independent Film (...)

lunedì 4 dicembre 2017

Balon e Talien premiati al TFF

Alla cerimonia di chiusura del trentacinquesimo Torino Film Festival che si è svolta lo scorso 2 (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha