title_magazine

Roma 9. The Knick

di Steven Soderbergh

Chirurgia tra progresso e razzismo

Steven Soderbergh approda nel mondo delle serie TV con The Knick del quale firma la regia, la fotografia e il montaggio. Per questo progetto Soderbergh s’immerge nella New York d’inizio Novecento e racconta, attraverso il lavoro sperimentale di un chirurgo, il lato oscuro della grande mela, tra corruzione, razzismo e disuguaglianze sociali. Al suo fianco, anche nella produzione di The Knick, l’attore Clive Owen che interpreta l’ambizioso e cocainomane chirurgo John Thackery ossessionato dal progresso delle nuove tecniche in medicina. Le prime due puntate della serie, uscita negli Stati Uniti questa estate, sono state presentate in anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma e andranno in onda su Sky Atlantic dall’11 novembre. Coprotagonista, di una serie d’impronta corale, secondo lo stile di Soderbergh, è André Holland che è anche tra gli interpreti di Black and White di Mike Binder con Kevin Kostner, altro film che sarà presentato durante questa edizione del festival.

New York, 1900. Il dottor Thackery giovane chirurgo ambizioso, affascinato dalle infinite possibilità che le nuove tecnologie e la modernità possono apportare alla sua professione, collabora con il professor J.M. Christiansen, suo maestro e mentore. Quando Christiansen si suicida, la direzione dell’ospedale affida il compito di dirigere il reparto di chirurgia del Knickerbocker Hospital, noto a tutti come The Knick, a Thackery. Il suo nuovo primo assistente però gli viene imposto da Cornelia Robertson, figlia di uno dei principali finanziatori dell’ospedale, nel quale stanno facendo i lavori per portare la corrente elettrica. Cornelia, su volere del padre, gestisce l’ospedale e deve far fronte alle ostilità che vengono dal fatto di essere figlia di Mr. Robertson e soprattutto dal fatto di essere una donna. La famiglia Robertson vuole con forza che venga assunto un giovane promettente chirurgo che dopo la laurea negli Stati Uniti si è specializzato in Inghilterra e in Francia, Dr. Edwards. Algernon Edwards è un afroamericano e il suo inserimento in un ospedale come il The Knick è un evento rivoluzionario per l’epoca, e lo costringe a lottare per farsi rispettare.

In seguito alla visione delle prime due puntate si possono solo avviare alcune riflessioni. La prima è che indubbiamente The Knick è una serie estremamente curata e dettagliata nella ricostruzione del periodo storico, in particolare dal punto di vista della scenografia e dei costumi, ma anche nella ricostruzione dell’ambiente nel quale si sviluppa la storia. Per un’attenta e, il più possibile corretta, ricostruzione, Soderbergh e i suoi colleghi si sono avvalsi dei materiali messi a disposizione dai Burns Archive (www.burnesarchive.com) dove si custodiscono molte fotografie dell’epoca che ritraggono medici, pazienti e ambienti ospedalieri. Gli attori, in particolare Clive Owen, sembrano dare una prova convincente. La figura interpretata da André Holland invece entra in gioco ma ancora troppo marginalmente per capire come si evolverà. Sicuramente il Dr. Edwards è consapevole degli ostacoli ai quali deve andare incontro, la sua strategia iniziale è adattarsi al ruolo marginale che gli viene dato, cercando di sfruttare il sistema per aiutare altri pazienti afroamericani che in ospedali con il The Knick non possono andare.

Allo stesso tempo, al termine delle due puntate ci si domanda, come mai, un chirurgo eccezionale, quale sembrerebbe essere Edwards decide di rimanere a farsi umiliare invece di andare in altri luoghi dove probabilmente avrebbe un trattamento diverso. Sembra che decida di restare per apprendere le tecniche del Dr. Thackery che però al momento non gli permette di assistere alle operazioni. Alla fine dell’800 i medici afroamericani iniziarono a organizzarsi formando il National Medical Association, e sonlo nel 1928 un dipartimento di chirurgia ebbe il suo primo direttore afroamericano. Dunque a cavallo tra fine ‘800 e ‘900 effettivamente i medici afroamericani iniziano a organizzarsi per ottenere gli stessi diritti nell’esercizio della professione medica. La vicenda di Edwards all’interno del Knick sembra dunque effettivamente avere la portata rivoluzionaria che iniziava a esserci in quegli anni. In realtà, del personaggio di Edwards, come di molti altri all’interno delle prime due puntate di The Knick, della sua storia, delle sue origini, si svela poco e i primi due episodi mettono curiosità sulla possibilità di scoprire dove arriverà il rapporto tra i Thackery e Edwards.

Alice Casalini | 9. Festival Internazionale del Film di Roma

Cast & CreditsThe Knick (id.) (serie tv)
Regia: Steven Soderbergh; sceneggiatura: Jack Amiel, Michael Begler, Steven Katz; fotografia: Steven Soderbergh; musiche: Cliff Martinez; montaggio: Steven Soderbergh; interpreti: Clive Owen, André Holland, Jeremy Bobb, Herman Barrow, Juliet Rylance, Cornelia Robertson, Eve Hewson, Lucy Elkins, Michael Angarano, Cara Seymour, Eric Johnson; origine: USA, 2014; formato: HDTV, colore (1:1,78); durata: 10 episodi (1a stagione); produzione: Jack Amiel, Michael Begler, Steven Soderbergh, Gregory Jacobs, Clive Owen, per Anonymous Content; library italiana: Sky.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
lunedì 21 maggio 2018

Cannes 71: premiato Spike Lee

Spike Lee, lanciato nel 1986 proprio dal Festival di Cannes con Lola Darling, si è aggiudicato (...)

mercoledì 18 aprile 2018

Cannes 71: DuVernay e Nin in giuria

Annunciata anche la Giuria ufficiale del prossimo Festival di Cannes (8-19 maggio), presieduta (...)

martedì 17 aprile 2018

Cannes 71: Mohamed Ben Attia alla Quinzaine

Il film tunisino Weldi (Mon cher enfant) di Mohamed Ben Attia sarà presentato in prima mondiale (...)

venerdì 13 aprile 2018

Cannes 71: per i 100 anni di Nelson Mandela

Nelson Mandela avrebbe compiuto 100 anni nel 2018. Tra le anticipazioni del programma del (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha