title_magazine

Southpaw. L'ultima sfida

di Antoine Fuqua

La grande speranza

Un uomo in poco tempo perde tutto e, toccato il fondo, decide di rialzarsi; per farlo si aggrappa a qualcosa, o qualcuno, in cui crede e riesce a riconquistare la sua vita e quello che aveva perso. Il tema della redenzione è un topos letterario e cinematografico e, se unito al mondo del puglilato, può far venire alla mente subito alcuni film: Rocky, Toro Scatenato, ad esempio.
Il binomio pugilato e redenzione è anche al centro di Southpaw - L’ultima sfida dell’afroamericano Antoine Fuqua. Il film, uscito in Italia da pochi giorni, è frutto di una lunga e travagliata genesi: nato come sequel di 8 Mile, interrotto più volte, Southpaw – L’ultima sfida ha finalmente trovato la sua conclusione nel 2015 sotto la direzione di Fuqua, con l’interpretazione di Jake Gyllenhaal e la parteciazione di Eminem nella colonna sonora con la canzone Phenomenal, ultima colonna sonora segutita da James Horner a cui è stato dedicato il film.

Southpaw – L’ultima sfida inizia con un incontro di boxe nella cornice dello Square Madison Garden di New York, il protagonista dell’incontro è Billy “The Great” Hope (Jake Gyllenhaal), compione mondiale dei pesi mssimi leggeri. Hope vince e torna nella sua villa dove vive con sua moglie Maureen (Rachel McAdams) e la figlia Leila. Billy è cresciuto in un orfanotrofio dove ha conusciuto Maureen, la sua compagna di vita da sempre. Una sera, dopo una cena di beneficenza, Billy viene provocato da Miguel “Magic” Escobar: scoppia una rissa, parte uno sparo e quell’unico colpo uccide Maureen. Da questo momento, la vita di Billy sembra essere finita, perde tutto, la casa, la custodia della figlia, il titolo, il manager (50 Cent), rimane solo. Per rialzarsi chiede aiuto a Tick Wills (Forest Whitaker), un ex pugile che ha una palestra ad Harlem. Tick, pugile-filosofo, decide di aiutare Billy che riuscirà a riscattarsi.

Fuqua, che deve il suo successo in particolare ai suoi film d’azione, tra noir e thriller (Training Day, Brooklyn’s Finest, Shooter), con Southpaw - L’ultima sfida si addentra anche nel territorio del dramma, senza riuscire però ad affrontarlo in modo originale e brillante.
Non solo sin dall’inizio è possibile immaginare quasi tutto quello che succederà, ma non c’è un lavoro approfondito sui personaggi, che rimangono tutti legati a schemi rigidi e ai cliché del genere.

L’interpretazione dei due protagonisti, Jake Gyllenhaal e Forest Whitaker è sicuramente apprezzabile ed è sicuramente l’ancora di salvezza di Southpaw – L’utlima sfida, nonostante i personaggi che i due attori si trovano ad interpretare non abbiano elementi di particolare orginilatà e brillantezza. Gyllenhaal, secondo la tradizione del genere e la moda degli ultimi anni, ha lavorato sulla trasforzaione del suo corpo, che ben rappresenta l’immagine del pugile ferito, che cerca riscatto dalla vita, fragile ma dotato di una forza dirompente che deriva in parte della sua rabbia repressa e in parte dall’infanzia difficile: il cognome di Billy, Hope (speranza), descrive già molto, senza aggiungere troppo, del personaggio.
Whitaker è composto e adatto, anche grazie al suo sguardo, nel ruolo del trainer duro ma comprensivo, apparentemente insensibile, ma profondamente attento e emotivamente coinvolto.

Fuqua si muove con sicurezza e un pizzico di arroganza nelle riprese degli incontri, poco realistiche, molto scenografiche ma al limite del kitch, come lo è anche la sequenza dell’allenamento di Billy con Phenomenal di Eminem.
In questo modo Southpaw – L’ultima sfida rimane forse un’occasione mancata di raccontare una storia di violenza, riscatto, e un volto di un paese, gli Usa, attraverso il racconto di Billy: gli elementi più interessanti vengono infatti solo accennati, per dare un contorno ai personaggi e il film rimane il racconto di una grande speranza che trova spazio nel paese delle grandi occasioni e dei grandi contrasti.

Alice Casalini

Cast & CreditsSouthpaw (Southpaw-L’ultima sfida)
Regia: Antoine Fuqua; sceneggiatura: Kurt Suttler; fotografia: Mauro Fiore; musiche: James Horner; montaggio: John Refua; scenografia: Gregory A. Weimerskirch; costumi: David C. Robinson; interpreti: Jake Gyllenhaal, Rachel McAdams, Naomie Harris, Forest Whitaker, Rita Ora, 50 Cent, Beau Knapp, Victor Ortiz, Miguel Gómez, John Cenatiempo, David Whalen; origine: Usa, 2015; formato: 2.35 : 1 Dolby Digital; durata: 123’; produzione: WanDa Pictures, Riche Productions, Escape Artists, Fuqua Films; distribuzione: The Weinstein Compay, 01 Distribution; sito ufficiale: http://southpawfilm.com/; sito italiano: http://www.01distribution.it/film/southpaw-l-ultima-sfida

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
mercoledì 19 settembre 2018

On line il sito Missing at the Borders

E’ on line il sito https://missingattheborders.org/ che intende dare voce e dignità alla famiglie (...)

mercoledì 19 settembre 2018

In sala La libertà non deve morire in mare

Esce nelle sale giovedì 27 settembre con Distribuzione Indipendente il documentario La libertà (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: alle GdA due premi per Joy

Alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia ben due premi sono andati a Joy della (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: premiato 1938 Diversi

Presentato fuori concorso a Venezia 75 - in sala dall’11 ottobre e il 23 ottobre su Sky Arte - (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha