title_magazine

Red Dust

di Tom Hooper

La vicenda di Red Dust, tratta dal romanzo omonimo di Gillian Slovo, è ambientata nel Sudafrica del post-apartheid, durante uno dei processi del “Truth & Reconciliation Commission” indetti per evitare lo scoppio di una guerra civile tra la maggioranza nera del paese e la minoranza bianca che fino a non molto tempo fa deteneva il potere.

Tali processi prevedono la piena amnistia per gli esponenti delle forze di sicurezza del vecchio regime che ammettono completamente i propri crimini (compresi la tortura e l’omicidio) davanti ad una commissione di giudici. A questo speciale tribunale si rivolge il poliziotto Dirk Hendricks, accusato di sevizie e sospettato per la scomparsa di un giovane esponente dell’ANC, Steve Sizela; ma un amico di quest’ultimo, l’attivista politico Alex Mpondo, si oppone alla richiesta di amnistia. A rappresentarlo nella sua battaglia legale è la giovane avvocatessa Sarah Barcant, di origini sudafricane, ma fuggita a New York anni prima.

Il film ricostruisce lentamente, attraverso le fasi del processo, i terribili giorni di torture vissuti da Mpondo e dal suo amico. Nella vicenda si insinuano a mano a mano nuovi particolari che gettano ombre sulla posizione della “vittima” e più in generale sul significato vero della Giustizia. Il dibattito sarebbe senza dubbio interessante e controverso, peccato però che il regista Tom Hooper (che viene da esperienze essenzialmente televisive), non scavi fino in fondo nell’animo dei personaggi per cogliere quelle ambiguità che darebbero al film uno spessore e un’intensità più complessi.

Il regista gioca troppo spesso con una facile emotività, ricorrendo ad una retorica assolutamente non necessaria in una storia di per sé gia così cruda e drammatica. I personaggi restano confinati in ruoli appena accennati e, ad eccezione di Chiwetel Ejiofor, le interpretazioni degli attori, a partire dalla due volte premio Oscar Hilary Swank, lasciano a desiderare.

L’edizione Home Video del film, distribuita in Italia da DNC, consta di un unico DVD, in una versione piuttosto semplice, presentando come unico extra il trailer in italiano.

Maddalena Franzosi

Cast & Credits Red Dust (Id.)
Regia: Tom Hooper; sceneggiatura: Troy Kennedy Martin; fotografia: Larry Smith; musica: Rob Lane; montaggio: Avril Beukes; interpreti: Hilary Swank, Chiwetel Ejiofor, Jamie Bartlett, Ian Robertis, Marius Weyers; origine: Gran Bretagna/Sudafrica, 2006; durata: 106’; produzione: Distant Horizon, BBC Films, Videovision Enterteinment; distribuzione homevideo: DNC; data di uscita: 11 ottobre 2006; sito italiano: www.dnc.it
DVD nella confezione: 1; supporto: dvd9, singola faccia, doppio strato; regione: 2; formato video: 16:9 Widescreen; formato audio: Dolby Digital; tracce audio: Inglese (originale) 5.1, Italiano 5.1.; lingue sottotitoli: Italiano, Inglese; contenuti extra: Trailer

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
mercoledì 19 settembre 2018

On line il sito Missing at the Borders

E’ on line il sito https://missingattheborders.org/ che intende dare voce e dignità alla famiglie (...)

mercoledì 19 settembre 2018

In sala La libertà non deve morire in mare

Esce nelle sale giovedì 27 settembre con Distribuzione Indipendente il documentario La libertà (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: alle GdA due premi per Joy

Alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia ben due premi sono andati a Joy della (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: premiato 1938 Diversi

Presentato fuori concorso a Venezia 75 - in sala dall’11 ottobre e il 23 ottobre su Sky Arte - (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha