title_magazine

Confidences

di Cyrille Masso

Mac on faut changer vie!

Un film sulla droga e sulle piccole e grandi mafie che vi girano attorno ambientato in Camerun: Confidences (2006) è il primo lungometraggio di Cyrille Masso. Il regista camerunese dopo il suo documentario Au prix du verre (2003) ha deciso d’ispirarsi a un fatto che ha vissuto in prima persona, ed è certamente il lato autobiografico di Confidences che colpisce di più. Motto (Patrice Mink’o) è uno studente liceale che vive con la madre, la sorella malata e il padre, disoccupato e alcolizzato. Motto è innamorato di Rita (Tatiana Matip), una ragazza di buona famiglia e studentessa modello, ma l’amico Anani (Thierry Ntamack) lo introduce nel mondo dello spaccio e dei soldi facili facendo leva sulla situazione difficile della famiglia di Motto. Dalla scuola in divisa alle giacche di pelle e alle catene d’oro: la vita di Motto cambia ed entra in un mondo pericoloso e sporco che lo cambia, lo trasforma da bravo ragazzo sul quale sperano, contano e soprattutto investono i suoi genitori, a un delinquente.

Confidences si trasforma in film di bande, di droga e violenza che richiama situazioni e personaggi delle banlieue parigine: giovani senza speranza che s’incontrano e scherzano, facendo finta di divertirsi, ma con la consapevolezza che fanno tutto questo per sopravvivere. In Confidences c’è un machiavellismo difficile da accettare senza porsi qualche domanda: lascia un senso di amarezza la rassegnazione della giovane Suzy che spaccia e si prostituisce perché «ha un bambino da sfamare ed è pronta a tutto per guadagnarsi il pane». Un panorama desolante sottolineato dai primi piani sui volti già consumati di questi ragazzi che si esprimono con un linguaggio tipico dei personaggi strafottenti come Anani, simile a quello delle banlieue.

Masso non giudica e cerca di guardare, nonostante il suo coinvolgimento personale, con il giusto distacco che permetta al film di scorrere e lasciarsi piacevolmente guardare, ma non mancano delle strane ambiguità, infatti c’è una curiosa confusione tra il mondo e il lessico legato alle scuole superiori, che in Confidences frequentano Motto e i suoi compagni, e quello dell’università: si parla di BAC e di studi all’estero. Confidences inizia con Motto che si confessa in una chiesa avvolto da una luce scura e inquietante per poi aprire in un lungo flashback il racconto della sua esperienza. Prima di arrivare nel buio inquietante, ma in fondo rassicurante della chiesa, Motto si trova costretto a nascondersi e vivere nell’oscurità della notte dimenticato: per uscire dal tunnel nero della droga si passa il buio più spaventoso. Un simbolismo inquietante ma efficace per un film dall’intento educativo dichiarato dal regista che è attivamente impegnato nella lotta contro la diffusione della droga nei licei in Camerun. Nonostante questa esplicita valenza didascalica, Confidences, presentato al 26° Festival International du Film d’Amiens nella sezione Afrique & Diaspora, è un lavoro interessante e innovativo che denuncia un problema sociale rielaborando la storia personale del regista.

Alice Casalini

Vai agli altri articoli sul 26. Festival International du Film d’Amiens

Cast & Credits Confidences (Just Say No)
Regia: Cyrille Masso; sceneggiatura: Cyrille Masso; fotografia: Franck Rabel; suono: Sostiene Fokam; musiche: Frank Essam; montaggio: Saint Père Abissi; interpreti: Patrice Minko’o, Thierry Ntamack, Tatiana Matip, Deneuve Djobong; origine: Camerun, 2006; formato: Beta, colore; durata: 85’; produzione: Malo Pictures; distribuzione: Malo Pictures; sito ufficiale: http://www.malopictures.com

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha