title_magazine

Derek

di Isaac Julien

Derek racconta Jarman

Caro Derek, Jubilee è uscito in dvd. Ho trovato una copia a Inverness e l’ho guardata la notte scorsa.

Con queste parole - pronunciate fuori campo dalla voce di Tilda Swinton - si apre Derek (id., 2008), l’ultimo film di Isaac Julien, presentato nella sezione Panorama della 58a edizione della Berlinale. Un documentario dedicato alla figura di Derek Jarman regista, attore, pittore e scrittore che ha segnato l’ambiente culturale della Londra degli anni settanta e ottanta. La sceneggiatura si basa su una lettera scritta il 17 agosto del 2002 proprio dall’attrice Tilda Swinton, musa di Jarman, in occasione della prima uscita in dvd di uno dei film più noti e controversi dell’artista, Jubillee (Giubileo, 1977).

La voce di Tilda Swinton che legge Lettera a un angelo è accompaganta dalle immagini dell’attrice che cammina per le strade di Londra e nel giardino della casa di Jarman a Prospect Cottage, vicino alla centrale nucleare di Dungeness dove il regista creò il suo famoso giardino di sassi che oggi viene visitato da turisti curiosi. Tilda Swinton vaga nella città, guarda fisso nella mdp, parla con Derek Jarman, lo ricorda, da Caravaggio (id., 1986), primo film nel quale hanno lavorato insieme, fino a Blue (id., 1993). La Swinton ripercorre la vita di Jarman, le difficoltà, il coraggio nel lavoro e nell’affrontatre pubblicamente la malattia, descrive il suo gesto generoso di mostrare con chiarezza e naturalezza la propria vita con un senso della provocazone e della grazia.

Isaac Julien alterna la rielaborazione della Lettera a un angelo con un’intervista a Jarman registrata dal regista e produttore Colin MacCabe nel 1990, nella quale l’artista si racconta a parrtire dalla sua infanzia, i suoi genitori e gli anni del King’s College. Jarman parla dei suoi film, delle persone intorno a lui, della musica, dei movimenti degli anni settanta e ottanta e delle lotte contro la legislazione anti-gay. In privato nella sua casa, sempre sorridendo, Derek Jerman si racconta e tesse l’intreccio della sua vita con ironia e con gioia. "Non volevo cedere ai compromessi, preferivo non lavorare", dichiara l’artista inglese che con il suo film San Sebastiano (id., 1976) è stato il primo regista inglese a parlare e mostrare con passione, dolcezza e sensualità l’amore omosessuale, felice di parlare pubblicamente del sesso, sdoganando i tabù culturali della socità europea.

Isacc Julien alle due voci di Tilda Swinton e Derek Jarman ha intrecciato anche la sua, attraverso la scelta delle immagini di repertorio, della selezione delle sequenze dei film di Jarman e di una colonna sonora che non poteva non tener conto delle collaborazioni di Jarman con gli Smiths, i Coil e molti gruppi punk. Dopo l’inizio di Lettera ad un angelo si vede Isaac Julien che in un archivio legge i diari e i materiali di Jarman. Julien racconta Jarman a suo modo, tra cinema e installazione: suoni, movimenti, riprese che coivolgono più sensi allo scopo di creare una reazione nello spettatore, proprio come Jarman del quale inserisce per pochi secondi le immagini del film Blu.

Julien racconta Jarman con il suo linguaggio: Derek è un film scritto a sei mani, nel quale Tilda Swinton e Isaac Julien danno voce e vita a Jarman, alla sua visione libera e indipendente del mondo e dell’arte attraverso un emozionante ricordo, nella speranza di un mondo con meno regole e più amore [...] meno dipendenza e più passione. Tua Tilda.

Alice Casalini

Cast & CreditsDerek
Regia: Isaac Julien; sceneggiatura: Tilda Swinton; fotografia: Nina Kellgren BSC; suono: Simon Fisher Turner; montaggio: Adam Finch; interpreti: Tilda Swinton; origine: Gran Bretagna, 2008; formato: super 16 film/digital video DVD/HD transfer, 5.1 surround sound; durata: 76’; produzione: JN Films Ltd. Apartment D & E Guilford Court; sito ufficiale: www.derekthemovie.com

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 12 gennaio 2018

Viaggio in Italia con il cinema tunisino

A 50 anni dal primo passaggio di Roberto Rossellini in Tunisia per le riprese de Gli atti degli (...)

martedì 2 gennaio 2018

Terminate in Marocco le riprese di Sofia

Sono terminate a dicembre le riprese di Sofia, primo lungometraggio della cineasta (...)

lunedì 4 dicembre 2017

I premi del RIFF

Sono stati annunciati ieri i vincitori della XVI edizione del RIFF – Rome Independent Film (...)

lunedì 4 dicembre 2017

Balon e Talien premiati al TFF

Alla cerimonia di chiusura del trentacinquesimo Torino Film Festival che si è svolta lo scorso 2 (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha