title_magazine

Be Kind Rewind

di Michel Gondry

Black Movie (nel senso di Jack)

Quest’edizione 2008 della Berlinale si è chiusa nel segno, bislacco e geniale, di Michel Gondry, che ha presentato fuori concorso e in anteprima europea Be Kind Rewind (2008), già mostrato in world premiere all’ultimo Sundance. Dopo il meno apprezzato L’arte del sogno (2006), quest’opera quarta del folletto di Versailles è destinata a rialzare le quotazioni del suo borsino, almeno a giudicare dalle reazioni con cui è stato accolto a Berlino. In Italia bisognerà aspettare almeno un paio di mesi per vederlo, Bim permettendo.

L’azione si sviluppa attorno a uno sgarrupato videostore, nella cittadina di Passaic, New Jersey. Mr. Fletcher (Danny Glover), il padrone, racconta a tutti che in quello stabile è nato il mitico pianista jazz nero Fats Waller, ma questo non serve a fare aumentare i clienti, anche perché continua a rimanere affezionato alla sua collezione di VHS, che non noleggia quasi più nessuno. In più l’intero stabile è stato rilevato da una società immobiliare che vuole costringerlo a trasferirsi altrove per poter fare una ristrutturazione. Deciso a vendere cara la pelle, Fletcher parte per studiare come funzionano le videoteche più moderne, affidando il negozio al suo giovane commesso Mike (Mos Def), anche lui nero, con l’unica raccomandazione di lasciar fuori il suo instabile e anarcoide buddy, Jerry (Jack Black).

Senonché, fulminato mentre cerca di compiere un demenziale attentato alla vicina centrale elettrica, Jerry diventa un magnete ambulante, col risultato che, appena mette piede nella videoteca, tutti i nastri vengono cancellati in un colpo solo. Come uscirne? L’unica idea che viene in mente al vulcanico Jerry, una volta tornato normale con una terapia d’urto, è realizzare in poche ore con la vecchia videocamera VHS versioni sweded - come dire, remake a dir poco amatoriali - dei film chiesti in noleggio, a beneficio prima della svanita Miss Falewicz (una rediviva Mia Farrow) e poi via via degli altri clienti che, pur di non perdere le deliranti performance attoriali e registiche dei due folli commessi-cineasti, prima accettano di pagare un noleggio di 20 dollari e poi si offrono di partecipare alle riprese.

Da Ghostbusters a Rush Hour, da Il re leone a Quando eravamo re, i remake di Jerry e Mike fanno furore, tanto da stupire lo stesso Fletcher, di ritorno a Passaic con le pive nel sacco. Prima che gli avvocati squali di Hollywood capitanati da Sigourney Weaver li mettano sotto processo, e il bulldozer metta fine a questa piccola fabbrica dei sogni sotto acido, come ultimo regalo e risarcimento morale a Fletcher, i due decidono di realizzare uno sweded film sul non riconosciuto orgoglio della cittadina, il grande Fats Waller. Altro che Harlem, basta un po’ di lucido da scarpe e qualche vecchio gessato per ricreare il clima elettrico dei Roaring Twenties. Poco importa che Waller non abbia mai messo piede a Passaic, al massimo il biopic verrà preso per mockumentary.

Importa forse ancor meno che Gondry abbia probabilmente ripreso l’idea del film da una puntata dello show americano The Amanda Show. È facile immaginare che la mania del fare remake all’amatriciana dei propri film di culto, apertamente incoraggiata dal canale You Tube del film, sia destinata a contagiare migliaia di cinefili, a partire dal 22 febbraio, data di uscita del film negli States e in Gran Bretagna. Ma Be Kind Rewind, solidamente scritto dallo stesso Gondry, sorretto da esilaranti performances attoriali (incontenibile Jack Black, più incolore il televisivo Mos Def), accompagnato da una messinscena ricca di preziosi recuperi dal gusto vintage, si fa ricordare anche per una regia nervosa, scattante, capace di virtuosismi raffinati come il piano sequenza che descrive il set in cui Jerry e Mike rigirano simultaneamente 2001 - Odissea nello spazio, King Kong, Carrie...

Leonardo De Franceschi

Cast & CreditsBe Kind Rewind
Regia: Michel Gondry; sceneggiatura: Michel Gondry; fotografia: Ellen Kuras; montaggio: Jeff Buchanan; suono: Pawel Wdowczak; scenografia: Dan Leigh; costumi: Rahel Afiley, Kishu Chand; musiche: Jean-Michel Bernard; interpreti: Jack Black, Mos Def, Danny Glover, Mia Farrow, Sigourney Weaver, Irv Gooch, Chandler Parker, Arjay Smith; origine: USA, 2008; formato: 35 mm, 1:2,35; durata: 101’; produzione: George Bermann e Julie Fong per Partizan Film; distribuzione: Bim Distribuzione; sito ufficiale: www.bekindmovie.com

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 31 maggio 2019

Riapre la Biblioteca IsIAO

Grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e l’Associazione (...)

martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha