title_magazine

Italians in Marocco: vizi e virtù degli italiani all’estero

di Maria Coletti

Giovanni Veronesi ha da poco terminato le riprese in Marocco, a Ouarzazate, di una parte del suo ultimo film in lavorazione, Italians, una nuova commedia all’italiana, dopo lo straordinario successo di Manuale d’Amore 2, film campione d’incassi con oltre 20 milioni di euro. Prodotto da Aurelio e Luigi De Laurentiis e sceneggiato dallo stesso Veronesi con Ugo Chiti e Andrea Agnello, Italians vanta un cast d’eccezione: Carlo Verdone, Sergio Castellito, Riccardo Scamarcio.
Italians è un film a due episodi: il primo - interpretato dall’inedita coppia Scamarcio-Castellitto - si girerà tra Roma, Marocco ed Emirati Arabi; il secondo avrà per protagonista Carlo Verdone e sarà ambientato a San Pietroburgo. Le riprese del film termineranno in studio, a Roma, nel mese di agosto, mentre l’uscita del film nelle sale è prevista a gennaio del 2009.

Ouarzazate - cittadina nel Sud del Marocco, tra la valle del Dadès e quella del Draa, alle porte del deserto del Sahara - è famosa per i suoi storici studi cinematografici, set di film hollywoodiani o comunque di produzione internazionale ambientati nel deserto, da Lawrence d’Arabia a Il tè nel deserto, per intenderci. Ma Ouarzazate non è solo un set esotico per megaproduzioni internazionali: il cinema marocchino è negli ultimi anni in progressiva crescita, come dimostrano il numero dei film prodotti e il diffondersi di festival cinematografici nazionali ed internazionali, nonché il rilancio dato alle scuole di cinema e al Centre Cinématographique Marocain. Da non dimenticare, inoltre, nell’ambito delle relazioni tra Italia e Marocco – messe in campo anche dal film di Veronesi – che proprio a Ouarzazate è nata qualche anno fa una scuola di cinema cofinanziata dall’Italia e dal Marocco. La città, che ha ospitato nel 1949 la troupe dell’Otello di Welles ed è gemellata con Los Angeles, si sta preparando a divenire, nel 2016, la “Hollywood del Mediterraneo”.

Italians - per tornare al film - racconta vizi e virtù degli italiani all’estero, che risultano a volte goffi e ridicoli, a volte geniali e romantici. Come ha dichiarato il regista: «Gli italiani all’estero si sono sempre distinti per la loro capacità di inserirsi nella cultura del Paese in cui erano emigrati. Questo perché hanno un grande pregio: la generosità. Nella mia commedia, talvolta spietata e talvolta divertente, gli italiani sono però anche vigliacchi ed eroi, come nella migliore tradizione di questo genere cinematografico».

Ed ha confermato Aurelio De Laurentiis: «Erano molti anni che pensavo di dedicare un film agli italiani. Viaggiando molto spesso, ho notato che gli italiani migliori sono quelli che troviamo all’estero. Sono sprovincializzati, disinibiti, coraggiosi, portatori di un’italianità che dovrebbe essere la bandiera e l’orgoglio di tutti gli italiani. Poi Veronesi mi ha fatto riflettere. “Guarda - mi disse - che con questi italiani così rappresentativi non riderà nessuno e non soffrirà nessuno. Gli italiani veri sono quelli capaci di rasentare la vigliaccheria e di sublimarsi subito dopo in imprese eroiche”. Dopo aver riflettuto ho pensato che Veronesi aveva ragione ed abbiamo deciso di impostare il film su due storie che raccontassero quegli italiani che tanto bene si sposano con la classica commedia all’italiana, ma rivisitata e attualizzata secondo le esigenze contemporanee».

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha