title_magazine

No London Today

di Delphine Deloget

La paziente attesa del limbo di Calais

Calais, città portuale della Francia sullo stretto della Manica, dalla quale ogni giorno partono i traghetti per l’Inghilterra. Un braccio di mare che separa due paesi e il sogno di una nuova vita per molti immigrati. La regista Delphine Deloget ha vissuto a Calais per molti anni e ha scelto di raccontare l’altra faccia della città francese, le vie isolate, i nascondigli, le rive dei fiumi dove gli immigrati clandestini aspettano pazienti il loro turno per entrare in Inghilterra dove è più facile ottenere lo status di rifugiato politico. No London Today (2007) è il primo lungometraggio della Deloget ed è stato presentato alla 44. edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro dove ha vinto il Premio Amnesty International 2008 Cinema e Diritti Umani. Il documentario ha proseguito il suo viaggio nelle sale italiane arrivando al Nuovo Cinema Aquila che ha ospitato la V. edizione del Pesaro Film Festival a Roma.

No London Today inizia con un’intervista in primo piano ad uno dei protagonisti che spiega la difficoltà ad ottenere il permesso in Francia e il suo odio per Calais, terra di confine e di attesa; le sue parole sono seguite dalle immagini dei binari della stazione e poi della spiaggia di Calais. Dal rumore del mare si passa ad una canzone che esce a tutto volume da un’automobile che passa correndo su una strada e che suona così: «Andiamo in Francia ! Zidane è il migliore». La Deloget definisce nei pochi minuti della prima sequenza i punti sui quali si muoverà nel suo lavoro. No London Today racconta la storia di Chafik, Aron, Abraham, Henok e Ermias, cinque giovani rifugiati che aspettano di passare in Inghilterra. La Deloget li ha conosciuti, si è guadagnata la loro fiducia, li ha aiutati e li ha seguiti nei loro momenti di sconforto, nella loro vita sospesa, nei loro rifugi improvvisati fino alle loro partenze.

In No London Today la Deloget si muove partendo dal nucleo centrale delle interviste che realizza sempre con primi e primissimi piani, senza lasciarsi sfuggire i dettagli del corpo, i movimenti particolari e le espressioni più intense: la sua presenza è dichiarata, nella voce, nella sua ombre che segue i cinque ragazzi e nel registrare gli eventi, le liti, le retate. La Deloget entra nella casa che un rifugiato ha arrangiato all’interno di un tubo di cemento, discute con alcuni di loro, segue le loro conversazioni e cerca di comprendere la diffidenza, che sfocia in rivalità e odio, tra gli immigrati etiopi e quelli afghani. Con uno stile discreto ma diretto, la regista riesce a penetrare nel cuore del problema, nel dramma dei rifugiati che attendono silenziosi la speranza di una nuova vita.

No London Today è un documentario intenso che coinvolge e riesce ad appassionare: la scelta della regista di seguire cinque storie, cinque giovani rifugiati, permette di stabilire un legame, un incontro diretto. Mentre i turisti si divertono sulla spiaggia, la Deloget mostra l’altra faccia di Calais, il limbo nel quale centinaia di rifugiati, di clandestini attendono con pazienza e fiducia il loro turno. Un mondo di persone costrette a vivere come fantasmi, senza identità e senza diritti: l’unica forza che resta loro è la speranza di arrivare in Inghilterra e poter avere l’opportunità di tornare a vivere.

Alice Casalini | 44. Mostra Internazionale del Nuovo Cinema / Pesaro Film Festival (5. Pesaro Film Festival a Roma)

Cast & Credits No London Today
Regia: Delphine Deloget; sceneggiatura: Delphine Deloget; fotografia: Delphine Deloget; suono: Fred Ozanne; montaggio: Delphine Deloget; origine: Francia, 2007; formato: Betacam, colore; durata: 77’; produzione: Injam Production

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
lunedì 21 maggio 2018

Cannes 71: premiato Spike Lee

Spike Lee, lanciato nel 1986 proprio dal Festival di Cannes con Lola Darling, si è aggiudicato (...)

mercoledì 18 aprile 2018

Cannes 71: DuVernay e Nin in giuria

Annunciata anche la Giuria ufficiale del prossimo Festival di Cannes (8-19 maggio), presieduta (...)

martedì 17 aprile 2018

Cannes 71: Mohamed Ben Attia alla Quinzaine

Il film tunisino Weldi (Mon cher enfant) di Mohamed Ben Attia sarà presentato in prima mondiale (...)

venerdì 13 aprile 2018

Cannes 71: per i 100 anni di Nelson Mandela

Nelson Mandela avrebbe compiuto 100 anni nel 2018. Tra le anticipazioni del programma del (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha