title_magazine

Piacere Dave

di Brian Robbins

Un Murphy bino e alieno a NYC

Forse non rialzerà le azioni al box office di Eddie Murphy (anzi, il primo weekend USA è andato maluccio) o il suo quoziente medio su Metacritic.com, ma Piacere Dave (Meet Dave), che esce il 21 agosto per Fox, ci aiuterà un po’ a dimenticare gli eccessi slapstick di Norbit (id., 2007), diretto peraltro anch’esso da Brian Robbins. Pur essendo dominata dall’ego attoriale di Murphy, questa Sci-fi Comedy, debitamente speziata da una glassa di gusto vintage e da una spruzzata di romanticismo, limita le sue ipertrofiche superfetazioni digitali, dando maggiore respiro e spazio al cast.


Fornito da Filmtrailer.com

Il Murphy uno e bino di Piacere Dave è infatti il Comandante di un’astronave aliena, in missione sulla Terra per recuperare un microdeposito di energia finito fortunosamente nell’acquario di un bambino di NY (Josh), e appunto, l’astronave stessa, animata da una folta squadra di tecnici e costruita a immagine e somiglianza del suo Numero 1. Sì, perché questi alieni, lillipuziani e rigorosamente anaffettivi, vivono con un’organizzazione paramilitare, chiamandosi per numero. I problemi e le gag cominciano subito, non appena l’astronave atterra sotto la statua della Libertà e il testone di Murphy rimane stampato per terra: mentre una coppia di poliziotti si mette sulle tracce dell’invasore, l’astronave umanoide deve infatti rodare in fretta movimenti e saperi, il che non la fa passare propriamente inosservata, anche perché si presenta abbigliata con un completo bianco e avvitato stile Disco e il suo thesaurus è aggiornato agli anni Settanta. A Numero 3 (Gabrielle Union), addetta alle comunicazioni, tocca imparare a smanettare su Google e limitare i danni.

Il target della missione è il timido Josh (Austin Myers), figlio unico di Gina (Elisabeth Banks), una giovane pittrice un po’ alternativa, tuttora scossa dalla morte del marito, eroico capitano di marina. Piombato fortunosamente nella loro vita (Gina lo investe e, ritrovatolo, lo porta a casa), il Murphy-velivolo, che, un po’ a caso, si fa chiamare Dave Ming Cheng, non tarderà a prenderci gusto, dimenticando oltre che la missione, la scarsa autonomia energetica, e mettendo a rischio la coesione fra i membri dell’equipaggio. Il contatto con i terrestri infatti risveglia tanto le mire putchiste e militariste del Numero 2, comandante in seconda (Ed Helms), quanto il gusto Camp del Numero 4, addetto alla sicurezza (Pat Kilbane), e soprattutto la tensione affettiva fra Numero 1 e Numero 2, ex-compagni di corso. Ma questo non impedirà a Dave di lasciare un segno della sua presenza, non tanto nella vita solitaria di Gina, quanto nell’autostima di Josh, ostaggio dell’ombra del padre e dell’immancabile bullo di classe.

Pur seduto su una base di valori solidamente conservatori (i più citati sono Capra e Spielberg), e alimentato da un deposito di situazioni perlopiù prevedibili, lo script di Rob Greenberg e Bill Corbett è servito da una vivace scansione di tempi narrativi. L’orchestrazione anonima di Robbins e la confezione tutto sommato convenzionale del comparto luci e scenotecnico – un po’ più di brio arriva dalla colonna sonora “à la John Williams” di John Debney – non fa dimenticare la buona tenuta d’insieme del cast. Se Murphy tiene il set con la consueta padronanza mimetico-gestuale, qui amministrata con un senso della misura superiore a quello dimostrato in altre performance recenti, non mancano altre prove di interesse, dalla sornionamente felina Gabrielle Union (Bad Boys II, This Christmas) al simpaticamente queer Pat Kilbane (visto nel recente remake romeriano Day of the Dead).

Leonardo De Franceschi

Cast & CreditsPiacere Dave (Meet Dave)
Regia: Brian Robbins; sceneggiatura: Rob Greenberg, Bill Corbett; fotografia: J. Clark Mathis; montaggio: Ned Bastille; musiche: John Debney; sonoro: John Morris; scenografia: Beat Frutiger; costumi: Ruth E. Carter; interpreti: Eddie Murphy, Elizabeth Banks, Gabrielle Union, Scott Caan, Ed Helms, Kevin Hart, Mike O’Malley, Pat Kilbane, Judah Friedlander, Marc Blucas; origine: USA, 2008; formato: 35 mm, 1.85, Dolby Digital; durata: 90’; produzione: Jon Berg, David T. Friendly e Todd Komarnicki per Regency Enterprises; distribuzione: 20th Century Fox; sito ufficiale: www.meetdavemovie.com; sito italiano: www.piaceredave.it

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 12 gennaio 2018

Viaggio in Italia con il cinema tunisino

A 50 anni dal primo passaggio di Roberto Rossellini in Tunisia per le riprese de Gli atti degli (...)

martedì 2 gennaio 2018

Terminate in Marocco le riprese di Sofia

Sono terminate a dicembre le riprese di Sofia, primo lungometraggio della cineasta (...)

lunedì 4 dicembre 2017

I premi del RIFF

Sono stati annunciati ieri i vincitori della XVI edizione del RIFF – Rome Independent Film (...)

lunedì 4 dicembre 2017

Balon e Talien premiati al TFF

Alla cerimonia di chiusura del trentacinquesimo Torino Film Festival che si è svolta lo scorso 2 (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha