title_magazine

Rachel sta per sposarsi

di Jonathan Demme

Kym, ragazza interrotta

Jonathan Demme a quattro anni da The Manchurian Candidate (id., 2004) torna alla regia di un film di finzione con il dramma familiare Rachel sta per sposarsi (Rachel Getting Married, 2008) presentato in concorso all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il regista de Il silenzio degli Innocenti (The Silence of the Lambs, 1991) negli ultimi anni si è dedicato in particolar modo al documentario - da The Agronomist (id., 2003) a Jimmy Carter: Man from Plains (2007) - realizzando ritratti di personaggi come Jean Dominique e Jimmy Carter. Demme utilizza i suoi personaggi per entrare in un mondo e esplorarne i meandri più complessi e oscuri: come Dominique è il mezzo attraverso il quale il regista compie la sua analisi della realtà sociale e politica di Haiti, la giovane Kym Buchmann di Rachel sta per sposarsi è la chiave per entrare nei rapporti complessi e burrascosi di una famiglia della borghesia americana.


Fornito da Filmtrailer.com

Il pretesto di Rachel sta per sposarsi è appunto un matrimonio, quello tra Rachel, studentessa di psicologia e il suo fidanzato, musicista afroamericano, Sydney, interpretato dal musicista e attore Tunde Adebimpe. Per questa occasione torna a casa la sorella di Rachel, Kym, che è uscita da una clinica per disintossicarsi. Tossicomane dall’adolescenza, Kym sta faticosamente proseguendo il suo percorso di riabilitazione: il suo carattere forte, i suoi atteggiamenti aggressivi dovuti alle paure, alle insicurezze affettive e a un dramma con il quale tutta la famiglia dovrà fare i conti per sempre, rendono quello che sarebbe dovuto essere un week end di festeggiamenti, un cumulo di tensioni, liti, rancori e dolori che non sono mai stati assopiti né profondamente affrontati.

Demme entra potentemente nelle vite della famiglia Buchmann, divisa e spezzata dal dolore, con il giusto distacco e una necessaria partecipazione che rendono i personaggi autentici grazie anche a una sceneggiatura scritta da Jenny Lumet, figlia afroamericana di Sydney Lumet. Rachel sta per sposarsi è sostenuto da un testo teatrale carico di dialoghi serrati, spietati e allo stesso tempo inspiegabilmente dolci, che descrivono come anche nelle famiglie più disgregate a volte una parola, una carezza, un abbraccio o un sorriso tengono insieme legami più fragili. Demme tra documentario e finzione, attraverso un riuscito stile ibrido, ha reso quanto mai cinematografica la sceneggiatura teatrale di Lumet: l’attenzione ai particolari, la camera a mano segue i personaggi, ma non è rigida e distante come in molti Dogma. In Rachel sta per sposarsi Damme schiera un riuscito gruppo di attori tra i quali le sorprese maggiori sono rappresentate dall’interpretazione di Anne Hathaway nel ruolo di Kym e dal cameo di Dedra Winger nel ruolo della madre di Rachel e Kym.

Rachel sta per sposarsi è un omaggio al cinema di Altman e Demme descrive la sua America attraverso un matrimonio multietnico che si presenta come un vero melting pot culturale che si esprime soprattutto attraverso la musica, sempre presente e suonata costantemente dal vivo. Certo è che tra i tormenti e le incomprensioni familiari, l’incrocio multiculturale al quale si viene costantemente sottoposti crea quasi confusione: dal matrimonio indù agli strumenti provenienti da ogni parte del mondo. Demme insiste sull’unione delle due famiglie e sul momento particolare che dovrebbe creare: come il ritorno a casa di Kym e del cugino di Sydney, Joe, tornato dall’Iraq, sempre in uniforme e sempre munito di piccola camera per riprendere ogni momento, anche quelli che si vorrebbero dimenticare. Rachel, psicologa forse per reazione alla sua famiglia disgregata e Sydney, uomo che vive per la musica e che ha viaggiato per ricercare suoni e ritmi in tutto il mondo, andranno a vivere alle Hawaii, lontani dal Connecticut, dai dolori e dai fantasmi del passato pur sapendo che non si possono dimenticare solo stando lontani.

Alice Casalini

Cast & CreditsRachel sta per sposarsi (Rachel Getting Married)
Regia: Jonathan Demme; sceneggiatura: Jenny Lumet; fotografia: Declan Quinn; musica: Zefer Tawil, Donald Harrison Jr.; montaggio: Tim Squyres; scenografia: Ford Wheeler; costumi: Susan Lyall; interpreti: Anne Hathaway, Rosemarie DeWitt, Mather Zickel, Bill Irwin, Anna Deavere, Anisa George, Tunde Adebimpe, Debra Winger, Jerome LePage, Beau Sia, Dorian Missick, Kyrah Julian, Carol Jean Lewis, Herreast Harrison, Gonzales Joseph, Paul Lazar, Donald Harrison Jr., Robert W. Castle, Fab 5 Freddy; origine: USA, 2008; formato: 35 mm, 1.85, Dolby Srd; durata: 116’; produzione: Clinica Estetico, Marc Platt Productions; distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia; sito ufficiale: sonyclassics.com/rachelgettingmarried; scheda del film: sonypictures.it/cinema/schedafilm_2.php?idFilm=20

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
lunedì 21 maggio 2018

Cannes 71: premiato Spike Lee

Spike Lee, lanciato nel 1986 proprio dal Festival di Cannes con Lola Darling, si è aggiudicato (...)

mercoledì 18 aprile 2018

Cannes 71: DuVernay e Nin in giuria

Annunciata anche la Giuria ufficiale del prossimo Festival di Cannes (8-19 maggio), presieduta (...)

martedì 17 aprile 2018

Cannes 71: Mohamed Ben Attia alla Quinzaine

Il film tunisino Weldi (Mon cher enfant) di Mohamed Ben Attia sarà presentato in prima mondiale (...)

venerdì 13 aprile 2018

Cannes 71: per i 100 anni di Nelson Mandela

Nelson Mandela avrebbe compiuto 100 anni nel 2018. Tra le anticipazioni del programma del (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha