title_magazine

La regina del sole

di Philippe Leclerc

La regina del sole (La Reine soleil) è il secondo lungometraggio d’animazione del regista Philippe Leclerc che nel 2003 si è fatto apprezzare per Les enfants de la pluie (I figli della pioggia, 2003). La Reine soleil in Italia non ha avuto la stessa fortuna del primo lungometraggio di Leclerc: il film, presentato in anteprima nazionale durante la 7a edizione di Panafricana-Le mille Afriche del Cinema a Roma, ha successivamente girato in molti altri festival internazionali. A un anno di distanza dalla presentazione in Italia, La regina del sole esce direttamente nella versione home video edita da 01 Distribution.
Leclerc è stato per diversi anni l’assistente di René Laloux, maestro dell’animazione francese, regista de La Planète sauvage (Il pianeta selvaggio, 1973). Per La regina del sole ha scelto di riadattare l’omonimo romanzo di Christian Jacq, pubblicato nel 1988 e vincitore del Premio Jean d’Heurs per il romanzo storico: appassionato studioso della storia egiziana, Jacq ha scritto molti romanzi sull’antico Egitto ed è divenuto celebre per la saga dedicata a Ramses II, ma questo è il suo primo romanzo ad essere portato sul grande schermo.

La regina del sole affronta un argomento particolare, l’unico caso di eresia monoteistica dell’antico Egitto ad opera del faraone Amenofi IV e di sua moglie Nefertiti. Leclerc alleggerisce il romanzo di Jacq e racconta l’avventura della giovane Akhesa, figlia del faraone, che con l’aiuto del principe Thout, futuro Tutankhamon, riesce a raggiungere la madre in esilio sull’isola di Elafantina. La ragazza si trova a dover evitare le guardie reali, a fuggire dagli Ittiti che sembrano minacciare l’impero, ma che in realtà sono solo all’avida ricerca dell’oro, e ad evitare la morte per mano dei sacerdoti di Amon. La giovane, abile, scaltra e ribelle, come si conviene ad ogni eroina, si trova a crescere in poco tempo.

Sullo sfondo, la riflessione sulla strumentalizzazione del potere della fede: il faraone Akhenaton (colui che è utile ad Aton) persegue il culto di una divinità pacifica che vuole una società giusta, senza spargimenti di sangue, e non si accorge che imponendola in una società politeista come quella egiziana rimane solo, avulso da ogni legame con la realtà che lo circonda; dall’altro lato, ci sono i sacerdoti che vogliono riportare come unica divinità Amon, adorata a Tebe, ma solo per avidità di potere. La breve parentesi del culto unico di Aton nell’antico Egitto porta con sé numerose riflessioni che ne La regina del sole vengono accennate in modo schematico e sviluppate attraverso l’evoluzione e la rapida crescita e presa di coscienza della giovanissima Akhesa.

La regina del sole è un film stratificato su più livelli di lettura che lo rendono particolarmente interessante: l’animazione in 2D, sostenuta dalla grafica elegante del britannico Neil Ross, rafforza questo tipo di struttura del film su più livelli. I colori sono forti e ben definiti e sottolineano la cura nei dettagli e aiutano la resa della parte più mistica e occulta del film, come il mistero della Piramidi e dei loro segreti. Un peccato non aver potuto vedere il film sul grande schermo in Italia: la mancanza è stata in parte recuperata dalla 01 che ha editato il film direttamente nella versione home video, senza prevedere però alcun contenuto speciale di supporto e spiegazione sia delle tecniche d’animazione che del contesto storico al quale il film s’ispira, che pure sarebbe stato interessate.

Alice Casalini

Cast & CreditsLa regina del sole (La Reine soleil)
Regia: Philippe Leclerc; sceneggiatura: Gilles Adrien, Hadrien Soulez Larivière, dal romanzo omonimo di Christian Jacq; dialoghi: Nathalie Suhard, Lauren Burtin, Philippe Leclerc; grafica: Neil Ross; suono: Olivier Mortier; musica: Didier Lockwood; origine: Francia, 2007; durata: 74’; produzione: Rezo Films; distribuzione italiana homevideo: 01 Distribution; data di uscita: 5 novembre 2008; sito ufficiale: www.lareinesoleil-lefilm.com; sito italiano: 01 Distribution
DVD nella confezione: 1; supporto: DVD5 singola faccia singolo strato; regione: 2; formato video: 1.85:1(panoramico), 16:9 (anamorfico), colore; formato audio: Dolby Digital 5.1; tracce audio: francese, italiano; lingue sottotitoli: italiano per non udenti.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 31 maggio 2019

Riapre la Biblioteca IsIAO

Grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e l’Associazione (...)

martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha