title_magazine

Breaker Morant. Esecuzione di un eroe

di Bruce Beresford

Come cambia la guerra

Sono passati quasi 30 anni da quando uscì nelle sale Breaker Morant (Breaker Morant. Esecuzione di un eroe, 1980), diretto da Bruce Beresford, regista australiano che in seguito ha realizzato Driving Miss Daisy (A spasso con Daisy, 1989) e Double Jeopardy (Colpevole d’innocenza, 1999). Il film, tratto da un dramma di Kenneth Ross che affronta la guerra anglo-boera nel Sudafrica dei primi anni del ‘900, dal mese di dicembre si trova in vendita nell’edizione homevideo edita dalla Mondo Home Entertainement S.p.a.

Hanry Morant è un australiano che si è arruolato nell’esercito britannico come volontario nella guerra anglo-boera (1989-1902). Morant, detto "breaker" perché ha la fama di essere il miglior domatore di cavalli dell’Australia, è autore di ballate e poesie e fa parte dei Bushyeld Carbineers, un corpo speciale nato per contrastare gli attacchi della guerriglia boera nella Repubblica indipendente del Transvaal, fondata nel 1860 dai coloni tedeschi, olandesi e francesi. Per vendicare la morte del suo amico, il capitano Hunt, Morant cerca, cattura e fa giustiziare i presunti responsabili dell’uccisione del capitano, compreso un missionario tedesco. Da questo episodio nasce un caso diplomatico che gli inglesi risolvono sottoponendo il caso alla corte marziale che deve giudicare l’operato di Morant, un altro ufficiale, e un sergente, tutti australiani e difesi d’ufficio da un avvocato che si scontra con i giochi di potere del sistema Impero, e non è un caso che Morant in Australia è diventato un eroe nazionale.

Breaker Morant è a metà tra film di guerra e film giallo e alterna il processo della corte marziale con dei flashback nei quali vengono ricostruiti i vari momenti degli episodi raccontati. Beresford costruisce il film attorno ai ritratti dei suoi protagonisti, in particolare a Morant (Edward Woodward) e all’avvocato Thomas: l’interpretazione del giovane, inesperto e appassionato avvocato è valsa a Jack Thompson il premio come miglior attore non protagonista al Festival di Cannes.
I personaggi si muovono nelle terre di confine, da conquistare, un territorio impervio, selvaggio e affascinante, ma ricco d’oro che diventa motivo di un violento spargimento di sangue.

Beresford sostiene che Morant si è mosso seguendo gli ordini di Lord Kitchener che disse di non fare prigionieri tra i boeri: Breaker viene smentito in aula da un altro ufficiale che si macchia di spergiuro. Allo stesso tempo nel film si mostra come Morant abusa del suo potere ed esagera trovandosi in una situazione al limite in cui la guerra non è più quella che hanno conosciuto fino a quel momento, quella tra eserciti, ma una guerriglia, fatta da donne e bambini, dai civili boeri che ricordano la guerra anglo-boera come guerra di liberazione.
Il pensiero va direttamente alla guerra in Vietnam e alle guerre che negli ultimi anni si stanno consumando nel Medio Oriente. L’eroe Morant rifiuta l’estrema unzione dichiarandosi ateo dicendo che “ateo è colui che non crede in un essere divino dispensatore di giustizia all’umanità”, ma chiedendo come epitaffio “I nemici dell’uomo saranno i suoi familiari stessi” (Matteo 136).

Beresford propone una riflessione quanto mai attuale sulla guerra e una condanna delle violenze perpetrate a tavolino dai governi a discapito dei cittadini, ma la vena antibritannica che serpeggia durante tutto il film a volte fa quasi sorridere. In Breaker Morant la contrapposizione tra la madrepatria irrigidita e ingessata e gli uomini nuovi dell’impero, già indipendenti, vitali, forti, ironici e più umani è netta, e priva di sfumature. Completamente assenti nel film e nel conflitto gli africani, i veri originari abitanti del Sudafrica.
Breaker Morant è un epico film di guerra che calca la figura di un famoso eroe australiano, peccato che l’edizione homevideo permetta di scegliere solo tra la versione in lingua originale e quella in italiano, senza supporto di eventuali sottotitoli e senza approfondimenti sull’argomento, che pure sarebbe stato interessante inserire.

Alice Casalini

Cast & CreditsBreaker Morant (Breaker Morant. Esecuzione di un eroe)
Regia: Bruce Beresford; sceneggiatura: Bruce Beresford, Jonathan Hardy e David Stevens; fotografia: Donald McAlpine; montaggio: William M. Anderson; musiche: Phil Cuneen, H. H. Morant; scenografia: David Copping; costumi: Anna Senior; interpreti: Edward Woodward, Jack Thompson, John Waters, Bryan Brown; origine: Australia, 1980; durata: 90’; produzione: Storm Vide; distribuzione homevideo: Mondo Home Entertainement S.p.a.; data di uscita: 17 dicembre 2008; sito ufficiale: www.mondohe.com/customer/product.php?productid=3767&cat=10; sito italiano: www.mondohe.it
DVD nella confezione: 1; supporto: DVD9; regione: 2; formato video: PAL Colore 16/9 1.85:1; formato audio: Dolby Digital; tracce audio: Inglese (originale, 5.1), Italiano (5.1); contenuti extra: trailer cinematografico.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha