title_magazine

A marzo arrivano le regine d’Africa

di Maria Coletti

Malkia Theatre e Amref a Parma

Dopo il successo di spettacoli come Pinocchio Nero e L’Amore Buono, curati da Marco Baliani, il Teatro al Parco di Parma ospiterà dal 7 al 9 marzo un libero adattamento del Cerchio di Gesso del Caucaso di Bertolt Brecht, progetto sostenuto da Amref Italia e interpretato da 20 ragazze africane nate e cresciute nelle baraccopoli della capitale del Kenya, Nairobi.
Stando a quanto riferisce Amref, le ragazze hanno un’età compresa tra i 14 e i 20 anni e negli ultimi tre anni hanno partecipato al Progetto Malkia (“regine” in lingua swahili), un percorso artistico e formativo che attraverso il teatro ha offerto loro un’occasione di espressione e di riscatto. Il Cerchio di Gesso del Caucaso è stato scelto dalle ragazze di Malkia Theatre perché ripropone il tema tipicamente brechtiano della possibilità di praticare la bontà in un contesto caratterizzato da profondi squilibri e ingiustizie.

"Brecht concepisce solo un genere di teatro: quello fatto per cambiare il mondo - sottolinea Letizia Quintavalla, direttrice artistica del progetto - se non è così, non serve a nulla. Il gesto per il drammaturgo tedesco non è un arto o un corpo che si muovono nello spazio, ma è un’azione, un movimento che contiene una valenza etica sociale. Noi siamo d’accordo. E quello che stanno facendo le ragazze del Malkia Theatre è cambiare se stesse e di riflesso e di conseguenza quello che sta loro intorno: l’immagine della donna, la valorizzazione delle sue capacità, avendo ben presente i propri diritti".

Come spiega in un comunicato stampa Thomas Simmons, direttore di Amref Italia, “con la messa in scena di questo spettacolo in occasione della Festa della Donna vogliamo richiamare l’attenzione e l’impegno di tutti sulla drammatica condizione delle adolescenti nelle aree urbane del continente africano. Per il miglioramento della società, infatti, è necessaria l’inclusione delle fasce più emarginate, a partire dalle donne, perché le opportunità di sviluppo del continente africano poggiano in primo luogo sulle loro spalle, sul loro senso di responsabilità e solidarietà e sul loro spirito di intraprendenza professionale ed economica".

La trasferta nel nostro Paese offrirà alle giovani attrici anche l’opportunità di presentare la linea di prodotti Malkia Style. Dal 2006, infatti, il progetto ha affiancato alla formazione teatrale un laboratorio artigianale permanente, con l’obiettivo di creare una vera e propria impresa al femminile. Le regine di Malkia attraverso la propria arte si rappresentano e si raccontano. I loro disegni sono diventati stampi, una sorta di scrittura visiva dei temi per loro importanti, e tutto è finito stampato su borse e teli realizzati da loro stesse. Un’attività capace di dare un sostegno economico e un’autonomia reale alle ragazze, con la produzione e la vendita dei prodotti in Kenya e in Italia.

Tutti i ricavati di queste iniziative saranno destinati a Children in Need, un programma di recupero dei ragazzi di strada promosso da Amref a partire dal 1999 nel sobborgo di Dagoretti, una vasta area alla periferia sud di Nairobi che comprende al suo interno numerose baraccopoli.

Per saperne di più sullo spettacolo e sul progetto, rimandiamo al sito di Amref.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha