title_magazine

Pelham 1-2-3: Ostaggi in metropolitana

di Tony Scott

Scott/Washington 1-2-3-4

Tra le immagini dei cittadini di New York che ammassano le stazioni della Metropolitana si infilano gli stilizzati titoli di testa e gli attori man mano prendono posto nei ruoli che li vedranno protagonisti. Infatti tra poco un gruppo di spietati rapinatori guidati dall’inquietante Ryder (John Travolta) prenderanno in ostaggio i passeggeri di un intero vagone (il treno Pelham 1-2-3) pretendendo un riscatto di 10 milioni di dollari entro un’ora. Come negoziatore improvvisato c’è Denzel Washington, che nei panni di Walter Garber, addetto allo smistamento della metropolitana si trova suo malgrado coinvolto nella trattativa.


Trailer fornito da Filmtrailer.com

Il cinema statunitense apre così le danze della stagione autunnale col remake di un classico degli anni ’70: Il colpo della metropolitana (The Taking of Pelham One Two Three) di Joseph Sargent. L’autore di questo remake contemporaneo è Tony Scott, fratello di Ridley, e particolarmente avvezzo a pellicole d’azione e a mostri sacri hollywoodiani (Top Gun/Tom Cruise, Beverly Hills Cop 2/Eddie Murphy, L’ultimo boy scout/Bruce Willis, Revenge/Kevin Costner, The Fan/Robert De Niro, Domino/Mickey Rourke). Il regista inglese aveva già diretto Denzel Washington in Allarme rosso, Man on fire, Deja Vu, e riguardo al ruolo dedicato all’elegante attore nero in un’intervista dichiara: «Denzel è stato chiaro con me sin dall’inizio; non voleva fare il poliziotto perché aveva già interpretato agenti dell’Fbi e della Cia. soprattutto temeva che il suo ruolo di negoziatore di ostaggi potesse richiamare quello che aveva interpretato per Spike Lee in Inside Man. Cercava qualcosa di diverso così abbiamo reso Garber un uomo comune, il classico everyday man che alla fine è risultato un perfetto contrappunto al personaggio arrabbiato di John Travolta».

La sceneggiatura manca di mordente, con una storia che dopo un inizio sfavillante, perde di attenzione e quasi arranca fino alla fine. Fortunatamente ci sono i due protagonisti che forse da soli giustificano i soldi del biglietto. Un imbolsito Denzel Washington si cala alla perfezione nell’everyday man citato da Scott, un personaggio che non riesce a risolvere i problemi, ha il mutuo da pagare, si rovescia il caffè addosso e alla fine, malgrado il lavoro e l’estenuante giornata, preferisce la metropolitana per tornare a casa. Anche John Travolta è perfetto nei panni dell’ex broker finanziario che impazzisce e diventa un bandito spietato: l’ex ragazzo di Grease ormai si cala sempre più agevolmente in ruoli da cattivo-cattivissimo. Il resto del cast, come da tutte le produzione Made in Usa, è oltremodo ricco (il budget per il film pare si aggiri sui 100 milioni di dollari!): incontriamo John Turturro (il negoziatore “ufficiale”), James Gandolfini (l’ignorante e cinico sindaco di New York), il portoricano Luis Guzman (l’ex conducente Phil Ramos) e Gbenga Akinnagbe, attore americano di chiare origini nigeriane, al suo terzo film.

Il confronto con l’originale non ha storia: la precedente versione (1974), tratta dal romanzo di John Godey, è un bel thriller, elegante e misurato, con gli ottimi Walter Matthau e Robert Shaw come interpreti principali. Basterebbe portare come esempio le prime sequenze dei film: nell’originale sono girate senza dialoghi e tutto è basato sulla tensione emotiva, con i rapinatori che si mischiano alla folla dei passeggeri mentre svolgono gli ultimi preparativi per la realizzazione del colpo; nella versione di Scott è tutto basato su un caos incontrollato di treni in corsa e pensiline di stazioni in un crescendo di montaggio forsennato e fotografia sfocata… La pellicola, distribuita dalla Sony Pictures, è presente nelle sale italiane dal 18 settembre.

Giorgio Sgarbi

Cast & CreditsPelham 1-2-3: Ostaggi in metropolitana (The Taking of Pelham 1 2 3)
Regia: Tony Scott; sceneggiatura: Brian Helgeland; fotografia: Tobias A. Schliessler; suono: Harry Gregson-Williams; montaggio: Chris Leberzon; scenografia: Chris Seagers; interpreti: Denzel Washington, John Travolta, Luis Guzman, James Gandolfini, Gbenga Akinnagbe, John Turturro; origine: USA, 2009; formato: 35 mm, 1.85, Dolby Srd; durata: 108’; produzione: Todd Black, Jason Blumenthal, Tony Scott e Steve Tisch per Escape Artists, Scott Free Production; distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia; sito ufficiale: catchthetrain.com; sito italiano: pelham123.it

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
mercoledì 14 febbraio 2018

Carpignano in giuria a Berlino

Il regista Jonas Carpignano (Mediterranea, A Ciambra) farà parte della giuria che assegna il (...)

venerdì 12 gennaio 2018

Viaggio in Italia con il cinema tunisino

A 50 anni dal primo passaggio di Roberto Rossellini in Tunisia per le riprese de Gli atti degli (...)

martedì 2 gennaio 2018

Terminate in Marocco le riprese di Sofia

Sono terminate a dicembre le riprese di Sofia, primo lungometraggio della cineasta (...)

lunedì 4 dicembre 2017

I premi del RIFF

Sono stati annunciati ieri i vincitori della XVI edizione del RIFF – Rome Independent Film (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha