title_news_large
giovedì 30 settembre 2010

Africa: 1960-2010

In occasione del cinquantesimo anniversario delle indipendenze africane, la Libreria GRIOT, in collaborazione con Internazionale, Lettera 27 e la Regione Lazio, organizza l’evento BIOGRAFIA DI UN CONTINENTE: AFRICA 1960-2010, tre giorni di letture e incontri sulle sfide che caratterizzano i legami tra Africa ed Europa.
Un percorso tra storia, memoria e narrazione all’interno del progetto ‘Africa tra le righe’, nato per promuovere la letteratura africana tra i giovani.

Si comincia il 4 ottobre, con due incontri alla Sala Di Liegro della Provincia di Roma: “L’Africa a 50 anni dalle indipendenze” (ore 10.30-12), con lo storico Alessandro Triulzi, il giornalista Jean-Léonard Touadi e letture della scrittrice Igiaba Scego; “Biografia di un continente” (ore 17-19), ovvero l’Africa postcoloniale vista da quattro scrittori: Boubacar Boris Diop dal Senegal, Paulina Chiziane dal Mozambico, Warsan Shire dalla Somalia e Abdourahman A. Waberi dal Gibuti. Per finire, nel Grand Salon dell’Accademia di Francia-Villa Medici (ore 19.30-20.30), l’incontro “Indépendance cha-cha. Congo 1960”: i ricordi di due intellettuali congolesi tra musica e letteratura, con lo scrittore e musicista Wilfried N’Sondé e Jean-Leonard Touadi.

La giornata del 5 ottobre dedicata agli "Afropolitani" si svolgerà invece all’Auditorium del Goethe Institut di Roma.
Per l’incontro “Nuove vecchie frontiere” (ore 10-12), gli storici Maria Cristina Ercolessi e Uoldelul Chelati Dirar discutono con il regista Dagmawi Yimer e il documentarista Giulio Cederna, anche grazie agli spunti del film C.A.R.A Italia di Dagmawi Ymer (Italia 2010, 40’), che sarà proiettato per l’occasione: un film girato nei centri di accoglienza per richiedenti asilo, che racconta lo spaesamento dell’arrivo in un paese inospitale.
“I figli della diaspora” (ore 17-19) presenta tre scrittori globetrotter a confronto, Wilfried N’Sondé, Igiaba Scego e Louis-Philippe Dalembert, introdotti e moderati da Maria Antonietta Saracino.

Ricca di eventi anche la giornata conclusiva della manifestazione, il 6 ottobre, dedicata alle “Memorie d’Africa”.
Nel Salone Provinciale del Palazzo della Provincia di Frosinone tre appuntamenti dedicati al nostro rimosso passato coloniale: “Italia, l’avventura coloniale. Una pagina a lungo rimossa e di cui ancora si fatica a parlare” (10.30-11.30), con l’archivista Giulia Barrera e lo storico Alessandro Triulzi; “La colonna sonora dell’impero. Canzoni e canzonette che hanno accompagnato la propaganda coloniale Italiana in Africa” (11.30-12.30), ovvero percorsi audio a cura di Piero Cavallari della Discoteca di Stato; infine la proiezione del film Asmara, Eritrea di Caterina Borelli (USA-Italia-Eritrea 2007, 63′), video racconto di una città, a seguire incontro con Caterina Borelli e Alessandro Triulzi (ore 15-16).

Nel pomeriggio del 6 ottobre è inoltre previsto, alla Libreria Griot dalle 17 alle 19, il WikiAfrica Workshop: Contenuti culturali e circolazione dei saperi sull’Africa, con Iolanda Pensa, Deborah De Angelis e Wikimedia Italia.

Per prenotarsi al workshop e per informazioni più dettagliate:
Associazione culturale Officina GRIOT
Via di Santa Cecilia 1/A, 00153 Roma | Tel. + 39 06 58 33 41 16 |
www.africatralerighe.com
www.libreriagriot.it
www.officinagriot.org

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha