title_news_large
sabato 27 novembre 2010

Haroun al Tertio Millennio Film Fest

Una serata africana illuminerà il Tertio Millennio Film Fest (Roma, 7-12 dicembre 2010), giunto alla 14. edizione: il 9 dicembre alle 20 al Cinema Trevi-Cineteca Nazionale si terrà l’incontro con il talentuoso regista ciadiano Mahamat-Saleh Haroun e a seguire la proiezione del suo ultimo film, Un homme qui crie, già presentato con successo al Festival di Cannes, dove si è aggiudicato il Premio della Giuria, e in Italia alla 30. edizione del Festival del Cinema Africano di Verona, dove ha vinto la competizione per il Miglior Lungometraggio. Il regista africano, premio Robert Bresson 2010, racconta una storia che ha per protagonisti un padre e un figlio e il loro difficile rapporto, vissuto all’interno di un Paese, il Ciad di oggi, devastato dalle guerre e dalla povertà.
Organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo, presieduta da Dario E. Viganò, Tertio Millennio propone ancora una volta il cinema come momento di riflessione sui problemi e gli avvenimenti del mondo contemporaneo e come motore per delle domande che nessuno può più permettersi di eludere. Come ogni anno, tutte le opere del palinsesto ruotano intorno al tema centrale scelto che, per l’edizione 2010, è “Frontiere generazionali”, perché esistono muri invisibili che separano i più giovani dal resto del mondo, confinandoli e destinandoli alla solitudine, impedendo loro di entrare nell’universo del lavoro, di progettare e di accedere liberamente al patrimonio delle tradizioni.
Tra gli altri titoli in programma ricordiamo anche Tajabone di Salvatore Mereu, che incontrerà il pubblico il 10 dicembre alle 17.30, prima della proiezione del film.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha