title_news_large
giovedì 2 dicembre 2010

Il sangue verde, da Napoli a Carbonia

Il sangue verde, documentario di Andrea Segre sui braccianti africani vittime delle violenze a Rosarno (prod. ZaLab e AeternamFilms 2010), ha ricevuto la menzione d’onore nella sezione Human Rights Doc della terza edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli.
Le prossime proiezioni del documentario sono previste il 5 dicembre a S. Benedetto del Tronto, in concorso al 17° Premio Libero Bizzarri, e il 15 dicembre a Carbonia, selezionato alla quinta edizione del Mediterraneo Film Festival, dove sarà presentato anche il lungometraggio Tajabone di Salvatore Mereu.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

A Ciambra

Nello stesso giorno in cui la diva Rihanna accendeva i riflettori del red carpet, Jonas Carpignano, che ha una mamma barbadiana e sull’icona di (...)

L’ordine delle cose

«C’è qualcosa in questa fine dell’estate non so bene che cos’è / E non riesco a respirare», cantano i Baustelle ne Il Vangelo di Giovanni, ad apertura (...)

Venezia 74: Mektoub My Love: Canto Uno

La luce calda delle spiagge mediterranee, i pomeriggi pigri e voluttuosi di un paesino marittimo, giovani corpi desideranti, uno sguardo curioso (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha