title_news_large
giovedì 2 dicembre 2010

Il sangue verde, da Napoli a Carbonia

Il sangue verde, documentario di Andrea Segre sui braccianti africani vittime delle violenze a Rosarno (prod. ZaLab e AeternamFilms 2010), ha ricevuto la menzione d’onore nella sezione Human Rights Doc della terza edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli.
Le prossime proiezioni del documentario sono previste il 5 dicembre a S. Benedetto del Tronto, in concorso al 17° Premio Libero Bizzarri, e il 15 dicembre a Carbonia, selezionato alla quinta edizione del Mediterraneo Film Festival, dove sarà presentato anche il lungometraggio Tajabone di Salvatore Mereu.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Cannes 70. Makala

Secondo lungometraggio documentario di Emmanuel Gras (La vita di una mucca aka Bovines, era già stato presentato nel 2011 alla Selection ACID di (...)

Cannes 70. Gabriel e a montanha

Secondo lungometraggio del brasiliano Fellipe Barbosa, dopo Casa grande, promosso dal Sundance e presentato in anteprima a Rotterdam, Gabriel e a (...)

Cannes 70. La Belle et la meute

Quella che Kaouther Ben Hania racconta in La Belle et le meute (Aala Kaf Ifrit in arabo) è una storia ispirata a un fatto vero, accaduto nella (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha