title_news_large
giovedì 4 ottobre 2012

Torna a Roma Asiatica Film Mediale

Si apre domani a Roma la XIII edizione del festival Asiatica Film Mediale - Incontri con il cinema asiatico (5-13 ottobre 2012), che si svolgerà presso La Pelanda nel quartiere Testaccio (Piazza Orazio Giustiniani 4 – Roma).
Sessanta film e trenta ospiti dal Vicino all’Estremo Oriente, e per la prima volta uno sguardo sul cinema arabo. Da Our Homeland (La nostra patria), della regista giapponese Yonghi Yang, che sarà ospite di Asiatica, all’Algeria di Said Ould Khelifa con il film Zabana!, entrambi candidati all’Oscar come miglior film straniero. Due opere intense, ambedue sull’identità contrastata anche se in contesti e regimi diversi.
Ma veniamo al programma. Quest’anno per la prima volta una sezione è dedicata a uno Sguardo sul mondo arabo, con film da Maghreb e Medio Oriente. In particolare segnaliamo alcuni titoli: Reporting a Revolution di Bassem Mortada (Egitto/Germania, 2012, in programma il 6 ottobre in sala 2 alle ore 22); Ya man aach della tunisina Hinde Boujemaa, presentato alla Mostra di Venezia (Tunisia, 2012, in programma il 7 ottobre in sala 2 alle 19.15); Andalousie Mon Amour del marocchino Mohamed Nadif (Marocco, 2011, in programma il 9 ottobre in sala 1 alle 16); Zabana! dell’algerino Said Ould Khelifa (Algeria, 2012, in programma l’11 ottobre in sala 1 alle 20.30).
Al suo quarto lungometraggio, Said Ould Khelifa come abbiamo anticipato è candidato all’Oscar come miglior film straniero e rispolvera uno dei capitoli più bui della storia algerina e dei suoi rapporti con la Francia coloniale. Zabana! è infatti ambientato nel 1956. Il 15 febbraio il governo francese approva l’uso della ghigliottina per i nazionalisti algerini che sono stati condannati a morte. François Mitterand è l’allora Ministro della Giustizia. Il 19 giugno Ahmed Zabana, trent’anni, viene giustiziato all’alba in Algeri: la prima persona ad essere ghigliottinata durante la guerra d’Algeria. La lama deve essere calata tre volte prima di riuscire a decapitarlo. Sei mesi dopo, la "battaglia d’Algeri" ha inizio...

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha