title_news_large
venerdì 16 novembre 2012

Effetto Thioro al Festival dei Popoli

Effetto Thioro, documentario del regista Alessandro Penta, sarà presentato in anteprima mondiale alla 53a edizione del Festival dei Popoli di Firenze. La proiezione avrà luogo Sabato 17 novembre 2012 presso lo Spazio Uno alle ore 17:00. Il film, in concorso nella sezione Panorama, è prodotto da La Fabbrica di Olinda, in associazione con la casa di produzione milanese Officina Film.

Con Effetto Thioro Officina Film inaugura un ambizioso progetto di distribuzione riservato al cinema del reale, con una predilezione per progetti documentari che necessitano di sostegno per la finalizzazione.

Il film racconta il viaggio di Thioro da Milano a Diol Kadd: il battesimo è vicino, Thioro è la prima bambina del villaggio nata da una coppia mista, una assoluta novità. La potenza di un neonato è quella di essere la priorità. Priorità rispetto alle profonde distanze culturali di una madre italiana e un papà senegalese. Effetto Thioro è una storia di integrazione al contrario, in cui guardando ad altezza di bambino vediamo un mondo più semplice, dove la mamma è una mamma, il papà un papà, un filo d’erba, erba.

Dalla presentazione del documentario:
Thioro ha 11 mesi, gli occhi furbi e pieni di vita, una mamma italiana e un papà senegalese. Vive nella periferia di Milano ma conoscerà una realtà diversa, lontana per latitudine e modo di vivere: sarà il suo primo viaggio a Diol Kadd, il piccolo villaggio a est di Dakar dove abita suo padre. Thioro non sembra preoccuparsi troppo dell’avvenimento, forse non sa che incontrerà un altro mondo con case diverse, suoni diversi, cieli diversi; forse non sa che la aspettano decine di braccia per toccarla, centinaia di occhi a osservarla e migliaia di voci pronte a sussurrare il suo nome. Il battesimo è vicino, Thioro è la prima bambina del villaggio nata da una coppia mista, una assoluta novità che genererà entusiasmo per molti, incomprensione per alcuni, cambiamento per tutti.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

FESCAAAL 2019: Tezeta e le piccole zebre del MiWY

La grande novità di questa 29a edizione del Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina di Milano è la nascita di uno spin-off, un vero e (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha