title_news_large
domenica 9 giugno 2013

Il risveglio del cinema etiope

Riferisce Adrien Zerbini in un reportage da Addis Abeba sullo svizzero "Le Courrier", segnalato da "Africultures", che il cinema etiope attraversa un periodo di grande successo popolare in patria. Circa duecento film prodotti quest’anno, una certa libertà di tono, sale buie che attirano folle: in Etiopia, l’industria del cinema è florida.

È mezzogiorno. Il fumo di scappamento dei taxi Lada blu e bianchi senza tempo invade le stradine di Piazza, quartiere storico e animato di Addis Abeba. Nelle strade pedonali della capitale dell’Etiopia c’è un po’ più di calma, si vendono cappellini cinesi e cellulari. Numerosi giovani si dirigono verso una fila ordinata all’esterno di un cinema. In programma c’è Balageru (Contadino), un film etiope. Di fatto, la sala propone solo produzioni nazionali. «Ad Addis Abeba non vogliono più vedere film stranieri, vogliono film girati nella propria lingua, l’amarico, e che raccontino le loro vite», ci confida Getachew, il gestore.

In sala, siamo lontani dalle tende rosse stile Broadway. Le mura sono in nudo cemento, le sedie rudimentali, ma ad impressionare è la dimensione della sala, con i suoi 805 posti. «Questo è il primo spettacolo e ci sono solo quattrocento persone, ma a quella delle 16 ci sarà il pienone come tutti i giorni». Getachew rincara con fierezza la dose: «La produzione è in pieno boom, senz’altro quest’altro si supereranno i duecento film realizzati, e la qualità migliora di mese in mese»

Qui si può leggere l’articolo integrale, in francese.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha