title_news_large
mercoledì 9 aprile 2014

Sandro Joyeux con la Pisacane

I blogger di settore lo hanno definito il ’’griot bianco’’, paragonando il suo talento a quello di Manu Chao. Ma per gli alunni della 2 B della scuola Pisacane di Roma lui è semplicemente Sandro, il loro amico con la chitarra.
Questo è ’’Kingston’’, il primo videoclip di Sandro Joyeux, l’artista francese che canta nei dialetti africani. Lui è l’ideatore dell’Antischiavitour, serie di concerti in giro per le campagne italiane dedicata ai braccianti stranieri.

Nel brano immagina quale sarebbe stata la sua infanzia se fosse nato in Giamaica, in Cina o nelle Filippine, ma dice che il suo sogno era crescere in Italia, la terra del padre che da piccolo non ha potuto conoscere.

I protagonisti del video sono alcuni dei bambini dell’elementare romana, nota per la sua multiculturalità, e un gruppo di bimbi del quartiere Pigneto.

La regia è di Fabio Luongo, in collaborazione con gli studenti della Rufa (Rome University of Fine Arts). L’etichetta di produzione di Joyeux è ’’Mr Few’’

L’uscita del video arriva in occasione della partecipazione di Sandro Joyeux al festival ’’Suona francese’’, la manifestazione organizzata dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Institut Français Italia. Le date: 10 aprile ’’Le murate Caffè letterario’’ (Firenze), 11 aprile ’’Ohibò’’ (Milano), 10 maggio Palazzo De Gregorio (Palermo), per la Rassegna Internazionale Yallabballa.

Fonte: Repubblica Tv, a cura di Marzia Papagna

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha