title_news_large
domenica 18 maggio 2014

Cannes 67. Prossimo ciak in Etiopia per Lamb

Riferisce il daily festivaliero di Le Film Français che la Gloria Films di Laurent Lavolé, società francese produttrice in passato di titoli di rilievo come Il canto delle spose di Karin Albou, e WWW-What a Wonderful World di Faouzi Bensaidi, si accinge a varare in Etiopia la realizzazione di un’opera prima che sta già facendo molto parlare di sé. Lamb, diretto da Yared Zeke, sembra infatti abbia convinto diverse commissioni di fondi internazionali, ricevendo il supporto ai Cinéma du monde, il fondo ACP di Media (corrispondente a circa il 40% del budget), il Doha Film Institut e il Sorfund in Norvegia, oltre al sostegno della Cinefondation di Cannes, che lo aveva ospitato lo scorso anno.

Il film, che verrà coprodotto in Germania con l’apporto di ZDF e di ARTE, è stato istruito produttivamente in Etiopia da Ama Ampadu, mentre Films Distribution lo venderà all’estero e Haut et Court lo distribuirà in Francia.
L’inizio delle riprese è previsto in autunno. Lamb racconterà la storia di un ragazzino di nove anni, originario di un villaggio del sud, che ha per miglior amica una pecora. Proprio per non vederla finire arrostita dai padroni, decide di tornare al villaggio d’origine. Secondo il regista, nato in Etiopia e cresciuto a Washington DC, «si tratta di un racconto che ci parla dell’Etiopia di oggi». Rimandiamo i nostri lettori francofoni all’intervista realizzata a Zeleke lo scorso anno a Cannes da Claire Diao.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha