title_news_large
domenica 18 maggio 2014

Tarzan compie cento anni

Nel 1914 veniva pubblicato Tarzan of the Apes (Tarzan delle scimmie), un romanzo d’avventura dello statunitense Edgar Rice Burroughts (1875-1950), che scrisse fino al 1940 ventiquattro libri-episodi della saga ispirata al cucciolo d’uomo allevato dalle scimmie nel cuore della foresta africana.
Il primo adattamento cinematografico fu realizzato nel 1918 da Scott Sidney: da allora, tra cinema e televisione, se ne contano centinaia, a condire e rafforzare i vari sogni e cliché esotici di un’Africa immaginata.

Come scrive Andrea Cantucci, in IL MAL D’AFRICA DEL FUMETTO ITALIANO. Il continente nero da Tarzan a Pratt e da Toppi a Manara: “Anche se le sue giungle piene di liane, di feroci gorilla rapitori di fanciulle, di creature preistoriche e colonie nascoste di popoli antichi, non aiutano certo a conoscere l’Africa per quello che è, l’originale Tarzan letterario di Edgar Rice Burroughs era un personaggio né semplice né scontato, perennemente combattuto tra il suo lato selvaggio sempre in agguato e quello faticosamente riconquistato di uomo civile, nonché profondo conoscitore di molti popoli e lingue, esistenti e non, un personaggio insomma dallo spessore ben più solido ed intrigante rispetto alla maggior parte delle sue blande imitazioni di celluloide, che con disappunto del suo creatore ne diedero spesso un’immagine molto più insulsa ed ingenua”.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha