title_news_large
venerdì 9 gennaio 2015

Selma: MLK e la marcia del 1965 al cinema

Esce oggi negli Stati Uniti il film Selma di Ava DuVernay, una ricostruzione della famosa marcia del 7 marzo 1965 da Selma a Montgomery in Alabama, in nome dei diritti di voto dei neri.
Il film ha fatto subito notizia non solo perché è considerato un favorito per gli Oscar (Ava DuVernay potrebbe diventare la prima regista afroamericana mai premiata), ma anche perché alcuni storici sostengono che la ricostruzione del rapporto tra il presidente Usa Lyndon Johnson (detto Lbj) e Martin Luther King (interpretato pare magistralmente da David Oyelowo) non sia corretta.
Da sottolineare che il progetto del film è stato rimandato per dieci anni, fino a che DuVernay, che è una regista ma anche un’attivista (fondatrice dell’African-American Film Festival Releasing Movement) non lo ha preso in mano.
“Resistance is us/ That’s why Rosa sat on the bus/ That’s why we walk through Ferguson with our hands up” [“La resistenza siamo noi, ecco perché Rosa – Parks; ndr – si è seduta sull’autobus, ecco perché camminiamo a Ferguson con le mani in alto”], canta il rapper Common alla fine del film, citando la donna simbolo delle lotte per i diritti civili dei neri negli Usa e la città in cui la scorsa estate un diciottenne nero disarmato è stato ucciso da un poliziotto bianco. La storia continua...

Fonte: Corriere della Sera (Viviana Mazza)

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha