title_news_large
giovedì 19 marzo 2015

Morto il regista nigerino Alassane

Un altro padre del cinema africano ci ha lasciato: lo sceneggiatore e regista del Niger, Moustapha Alassane è deceduto mercoledì scorso all’età di 73 anni, in seguito a una lunga malattia.

Alassane è stato il regista del primo film del Niger, Aouré (1962) e del primo film di animazione africano, La Mort de Gandji (1963). Dopo aver iniziato ad occuparsi di cinema a Niamey, ha studiato cinema d’animazione in Canada.

Con il suo lavoro, Alassane ha contribuito allo sviluppo di una cultura cinematografica nel suo paese ed ha messo in luce anche il Niger nella carta cinematografica del continente africano. In totale, ha realizzato 28 film, fra il 1962 e il 2003, anno in cui ha firmato il suo ultimo film, Tagimba.

Il suo sguardo, spesso satirico e critico sulla società, ha messo in valore il patrimonio culturale locale, e si è saputo rivolgere anche ai giovani: Alassane è stato infatti direttore della sezione Cinema dell’Università di Niamey per 15 anni.

Per chi volesse saperne di più, rimandiamo al bel documentario di Maria Silvia Bazzoli e Christian Lelong: Moustapha Alassane, cinéaste du possible.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha