title_news_large
domenica 1 novembre 2015

Oltre Lampedusa, Gianfranco Rosi al lavoro

La ripresa fissa sulle antenne di un ponte radio, con l’audio di un drammatico SOS da una barca di migranti, nel quale una voce maschile concitata chiede di venire a salvare uomini, donne e bambini finiti in mare o ancora prigionieri su un barcone che sta affondando. Sono le prime intense immagini, mostrate alla Festa per i 15 anni di Rai Cinema, di Oltre Lampedusa, il nuovo documentario sul quale sta lavorando Gianfranco Rosi, Leone d’oro a Venezia nel 2013 con Sacro Gra. L’uscita è prevista nel 2016.

«Ringrazio Rai Cinema per l’attenzione che riserva al cinema del reale – ha detto il regista -. Mi ha sostenuto per Sacro Gra e lo sta facendo per questo mio nuovo progetto a Lampedusa, che ha una lavorazione complessa». Il documentarista. che aveva annunciato un anno e mezzo fa il progetto, prodotto, fra gli altri, da Rai Cinema, Luce Cinecittà e Arte, si è trasferito sull’isola in fase di preparazione perché «mi è necessario vivere nella realtà che voglio raccontare. L’idea è raccontare le storie di Lampedusa, dei lampedusani, aldilà dell’emergenza, che comunque è sempre presente, come un’eco». Il film «è una grande sfida. Ho sentito la responsabilità di non sottrarmi al racconto, anche perché, appena arrivato sull’isola, mi è stata donata una pennetta usb piena di un materiale straordinario, che forse utilizzerò alla fine del film… per me è un punto d’arrivo».

Rosi cerca di comprendere la situazione dell’isola di Lampedusa, il punto più a sud d’Italia (e d’Europa) diventato dagli anni Novanta il luogo d’arrivo di massa degli immigrati provenienti dall’Africa, con conseguenze tragiche. In vent’anni si stima che più di 20mila persone siano morte affogate durante la traversata. «Lampedusa è la frontiera di un’Europa che rifiuta oggi quelli che fuggono dalla guerra e la fame accettando il rischio di affogare in mare, sepolcro profondo».

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha