title_news_large
domenica 11 settembre 2016

Venezia 73: Leone del Futuro a Slim

I riflettori sulla 73ª Mostra di Venezia si sono spenti con un doppio tributo per l’opera prima Akher Wahed Fina (The Last of Us) di Alaa Eddine Slim. La giuria del Premio Leone del Futuro - Luigi De Laurentiis, diretta dal regista e attore Kim Rossi Stuart, ha attribuito il massimo riconoscimento al film del regita tunisino, che racconta un singolare percorso di iniziazione alla vita a stretto contatto con la natura, protagonista un migrante subsahariano. Il regista ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«Davanti all’accecamento dominante degli stati e per la libertà degli uomini e delle donne, non c’è che un solo territorio possibile; quello dell’immagioanrio in cui le frontiere non esistono. Il Cinema non appartiene a nessuna terra ed è l’unico che possa trionfare davanti alla follia di oggi. Che le immagini e i suoni divengano nostro pane quotidiano. Per più di una settimana, ho incontrato volti e paesaggi e una energia vegliava sul Lido. Grazie all’équipe della Settimana della Critica, alla giuria, alla biennale e ad ogni spettatore errante nei sogni da sveglio del cinema».

Sul palco, a ricevere il premio, consistente in un trofeo e in due assegni da 50 mila dollari, uno destinato al regista, e uno ai produttori, c’erano anche il protagonista Jawher Soudani alias Va-Jo, e il direttore della fotografia Amine Messadi, che in italiano - avendo lavorato per anni nel nostro paese come assistente - ha ringraziato il suo maestro Franco Di Giacomo. Idealmente proprio a Messadi e all’ingegnere del suono Moncef Taleb va il Premio Mario Serandrei per il Miglior contributo tecnico, attribuito dalla giuria della Settimana Internazionale della Critica.

Vi rimandiamo alla lettura della nostra recensione.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha