title_news_large
venerdì 27 gennaio 2017

Anticipazioni sulla Berlinale

Anche se molti produttori e cineasti francesi puntano alla prossima primavera e al Festival di Cannes, la Francia sarà comunque ben rappresentata nel cartellone della sezione Panorama del 67° Festival di Berlino (dal 9 al 19 febbraio 2017). 12 lungometraggi prodotti e coprodotti da strutture francesi sono infatti in vetrina, tra cui otto titoli di finzione e quattro documentari.
Fra questi segnaliamo quattro titoli da non perdere:

Il Panorama sarà aperto da Les initiés (The Wound) di John Trengove. Coprodotto da Pyramide Productions con Sudafrica, Germania e Paesi Bassi, il film, che è ambientato in Sudafrica e uscirà nelle sale francesi il 19 aprile, ha avuto la sua prima mondiale di recente al Sundance nella sezione World Cinema Dramatic.

In cartellone anche Headbang Lullaby del regista marocchino Hicham Lasri. Racconto della giornata molto particolare di un poliziotto incompetente mandato a controllare un ponte che separa due quartieri rivali, il lungometraggio è coprodotto da Les Films de l’Heure bleue (Francia) con il Marocco, il Qatar e il Libano, e con il sostegno della regione Bretagna e del CNC tramite l’Aiuto ai Cinema del Mondo e l’aiuto alla musica.

Anche l’algerino Merzak Allouache sarà a Berlino con il suo nuovo film, Enquête au paradis. Il cineasta, ben noto per le sue opere di finzione (come Bab el Oued City al Certain Regard nel 1994, Harragas ai Venice Days 2009, Les terrasses in competizione a Venezia nel 2013 tanto per citarne alcuni) firma stavolta un documentario centrato su una giovane giornalista che indaga in Algeria sul paradiso che presentano, ai fini della loro propaganda, i predicatori salafisti attraverso alcuni video circolanti su Internet.

Infine, il Panorama Dokumente proietterà Je ne suis pas votre nègre magnifico documentario del talentuoso Raoul Peck, scoperto a Toronto e fresco di nomina all’Oscar del miglior documentario. Prodotto da Velvet Films con gli Stati Uniti, il Belgio e la Svizzera, il film è venduto nel mondo da Wide.

Fonte: Cineuropa

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha